Mangiare broccoli come aiuto naturale per contrastare il tumore al seno. Secondo quanto affermano i ricercatori dello University of Michigan Comprehensive Cancer Center, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista Clinical Cancer Research, l’azione offerta dai germogli di questo tipo di verdura crocifera aiuterebbe a bloccare lo sviluppo delle nuove cellule tumorali.

A garantire l’azione offerta dai germogli dei broccoli contro le cellule del tumore al seno sarebbe il sulforafano, composto presente in tali verdure crocifere. Un’azione simile verrebbe offerta anche nel caso di patologia tumorale ai danni dell’intestino. A dimostrarlo uno studio condotti sui topi portato avanti dai ricercatori statunitensi,

Particolare attenzione dovrebbe essere posta nei confronti dell’informazione alimentare su alimenti benefici come i broccoli secondo l’ADUC, Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori, che sottolinea come:

Un’informazione più efficace consentirebbe ai consumatori di indirizzare le proprie scelte alimentari verso questi prodotti tipici invernali che, oltretutto, sono ampiamente diffusi nel nostro Paese.

La stessa ADUC conclude poi sottolineando l’importanza non soltanto nell’utilizzo delle proprietà antitumorali dei broccoli nel contrastare il tumore al seno, ma anche in relazione a patologie legate all’intestino:

Note e confermate da due studi dell’Istituto Britannico per l’Alimentazione e dalla Johns Hopkins University di Baltimora (USA). Queste ricerche rilevano che il consumo di un chilogrammo a settimana dei suddetti prodotti diminuisce del 50% il rischio di tumore all’intestino.

I broccoli si trovano inoltre inseriti tra i 10 alimenti che fanno bene alla salute, particolarmente indicati per chi vuole mangiare sano. Attenzione però al metodo di cottura in quanto bollitura e microonde eliminerebbero, secondo uno studio, le proprietà antitumorali.

26 gennaio 2015
Lascia un commento