È bastata una sua apparizione sul tappeto rosso delle grandi occasioni e la piccola Briciola è diventata subito l’idolo di tutti i social network. La mini cagnolina trovatella, adottata dai Carabinieri a cavallo in forza al Quirinale, ha fatto le presentazioni con il nuovo Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. Impettita, serafica, concentratissima e molto incuriosita dal via vai straordinario, la giocosa new entry non si è fatta turbare dal cerimoniere a cui ha partecipato con molto coinvolgimento. Agghindata con la pettorina rossa dell’Arma e con collare e medaglietta personalizzata, Briciola ha fatto gli onori di casa sfilando per prima verso il nuovo ospite del Quirinale.

Una visione singolare che ha strappato più di un tenero sorriso agli spettatori presenti e al pubblico televisivo, tanto da diventare protagonista indiscussa di Twitter. Giocosa e saltellante ha trotterellato verso Sergio Mattarella fermandosi a pochi passi da lui, mentre i Carabinieri posavano impettiti a cavallo in attesa della cerimonia. Nulla ha turbato la minuscola cagnolina dal pelo rossiccio, neppure i nitriti degli equini e lo sbattere dei loro zoccoli per terra. Ignara degli sguardi di tutti, ha continuato a controllare attenta tutti i movimenti e i passi della cerimonia, come a valutarne la corretta esecuzione nell’accoglienza più importante.

A scuoterla dalla sua posa è stato solo l’improvviso attacco musicale dell’inno di Mameli, che l’ha fatta sgambare fino al riparo più vicino, ovvero nulla di più sicuro del nuovo Presidente della Repubblica. Con calma ed eleganza vi si è seduta accanto, mantenendo la sua posa compita e l’attenzione focalizzata sull’evento. Qualche scrollatina di assestamento e qualche passettino prima di riprendere la camminata precedendo di poco Mattarella. E nonostante la serietà e la tensione del momento, lo stesso nuovo Presidente ha sorriso alla sua piccola nuova amica, a quella buffa ma tenera presenza pronta ad accoglierlo con tutta l’onestà possibile. Forse uno scambio di piccole promesse silenziose tra il Presidente della Repubblica e la piccola Briciola da estendere al nuovo ruolo, basato sulla fedeltà, il rispetto e la fiducia.

4 febbraio 2015
Lascia un commento