Bracconieri uccisi dai leoni, la riserva: “Non parliamo di karma”

La vicenda dei bracconieri sbranato da un gruppo di leoni, nel tentativo di intrufolarsi in una riserva in Sudafrica allo scopo di uccidere alcuni rinoceronti, ha avuto una grandissima rilevanza a livello internazionale. La notizia è rimbalzata da un angolo all’altro del Pianeta e, come facile intuire, sui social network il fatto è stato ampiamente commentato. Per molti navigatori, l’episodio ha rappresentato un giusto contrappeso – una sorta di giustizia divina – alle crudeltà perpetrate negli ultimi decenni dal bracconaggio, responsabile dell’estinzione di numerose specie animali. Ma dalla riserva dove tutto è accaduto arriva una dichiarazione: meglio evitare di parlare di karma.

A riferirlo è CBC, nel riportare le parole di Nick Fox, proprietario e gestore della Sibuya Game Reserve, nel corso di un’intervista per “As It Happens”:

=> Scopri i leoni che hanno sbranato dei bracconieri in Africa


Sono estremamente grato che i miei rinoceronti siano salvi. So che ci sono state molte discussioni sui social media sul karma e su altre questioni analoghe, ma non voglio arrivare lì. Dal mio punto di vista, sono solo estremamente grato che i miei rinoceronti siano salvi.

=> Scopri l’elefante sopravvissuto al fucile dei bracconieri


Il proprietario ha spiegato come sia abbastanza raro che i leoni attacchino l’uomo: di norma, soprattutto se si rimane fermi senza effettuare movimenti inconsulti, questi grandi felini non identificano nel genere umano una preda. Secondo le prime ipotesi, considerando come i resti dei bracconieri siano stati rinvenuti nei pressi di cespugli molto fitti, i cacciatori di frodo potrebbero essersi imbattuti negli animali per sbaglio e all’improvviso, spaventandoli. Questo potrebbe aver stimolato la reazione di difesa dei leoni: colti alla sorpresa, in un orario notturno in cui questa specie è solitamente più attiva, i felini sono passati all’attacco rilevando una minaccia per il branco. Come facile intuire, si è quindi trattato di un incidente dovuto a delle drammatiche coincidenze, di cui ovviamente i leoni non possono essere ritenuti responsabili.

10 luglio 2018
Fonte:
CBC
Lascia un commento