Cresce sempre più il numero dei Comuni italiani che dice “No” ai botti di Capodanno. Al lungo elenco di città contrarie all’utilizzo dei rumorosi fuochi pirotecnici si aggiunge anche Milano, alle prese con livelli di polveri sottili sempre più elevati. Molti però scelgono di tirare un po’ la cinghia per rinfrancare le casse comunali e soprattutto di salvaguardare finalmente il benessere e la salute degli animali.

Non solo Milano tra i grandi centri che vietano l’uso dei “botti”, ma anche Torino, Palermo, Bari e Venezia. Nell’elenco anche altri “nomi eccellenti” come Siena, Modena (divieto limitato al centro storico), Pesaro (dove si rischierà una sanzione di 150 euro) e Asti (che prevede multe dai 25 ai 500 euro). Altri Comuni hanno scelto invece una via di mezzo limitando la possibilità di esplodere fuochi pirotecnici solo nelle fasce orarie stabilite. A Belluno ad esempio i botti di Capodanno saranno “legali” solo dalle 23:45 del 31 dicembre alle 00:45 del 1 gennaio.


Scelta differente per Napoli, dove il sindaco Luigi De Magistris mette al bando i fuochi illegali, ma contente l’impiego di quelli permessi dalle normali leggi in materia. La scelta è così motivata dallo stesso primo cittadino partenopeo:

Napoli è la città anche dei fuochi legali. Infatti a Castel dell’Ovo, alle 2 di notte di Capodanno, ci sarà uno spettacolo di fuochi pirotecnici assolutamente legali e sicuri.

Si registrano intanto le prime vittime di questo nuovo Capodanno. Un bambino di 11 anni nel brindisino ha raccolto un petardo inesploso tentando successivamente di riaccenderlo. A causa delle ferite riportate al bimbo sono state parzialmente amputate due dita di una mano.

30 dicembre 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Sergio, giovedì 31 dicembre 2015 alle9:07 ha scritto: rispondi »

L'imbecillità umana nei comportamenti delle cosidette tradizioni è figlia della ignoranza che purtroppo caratterizza la persona dal momento che nasce. Mentre l'animale ha il suo istinto intelligente che lo accompagna da subito appena nato, l'uomo è totalmente dipendente dal luogo e la società in cui nasce e dai genitori che si ritrova (o che ha scelto prima di nascere). Da sempre contrario ai botti di fine anno e dei vari comportamenti molesti dei troppi bimbiminchia-bulli che scorazzano tutto l'anno con motorini smarmittati, auspico veramente che anche le istituzioni ultime maturino finalmente la consapevolezza che bisogna intervenire e contrastare detti fenomeni con adeguate sanzioni e non solo scrivendolo sulla carta. Buonannosenzabottidioti!

fede, martedì 30 dicembre 2014 alle14:55 ha scritto: rispondi »

cara sofia si vede proprio che sei una insensibile... prima di tutto salvaguardare le persone significa che loro stesse non devono esplodere fuochi vari e da questo scaturisce che anche i nostri amici animali (non tuoi sicuramente!!!) staranno bene e così stiamo bene tutti . Chiaro il concetto ???

rosa, domenica 29 dicembre 2013 alle12:14 ha scritto: rispondi »

e' vero ma non sono gli animali a scoppiare i botti quindi ci dobbiamo rivolgere agli umani perche' la smettano di sparare oltretutto autoferendosi e' un usanza da medioevo vogliamo evolvere mentalmente o no e poi tutti che piangono miseria i soldi da bruciare nei botti pero' li hanno

Claudia, sabato 31 dicembre 2011 alle16:43 ha scritto: rispondi »

Sofia vorrei ricordarti che sono le persone che sparano i botti a fine anno e non gli animali. Le persone sanno darsi la spiegazione di ciò che sta accadendo e cioè che a Capodanno c'è questa stupida usanza, ma un animale che si trova in mezzo ai botti non capisce cosa sta accadendo e giustamente è terrorizzato. Poi gli animali hanno un udito talmente sviluppato da non essere neppure paragonabile all'udito umano. Pensa quanto da fastidio a noi il rumore di un botto, c'è chi si tappa le orecchie per attutirlo un minimo; gli animali quel rumore che a te da fastidio lo sentono amplificato migliaia di volte. Tant'è che molti di loro muoiono per la paura. Non credo che le persone debbano essere tutelate dai botti, gli animali invece si perché non possono difendersi da soli da qualcosa che per loro è inspiegabile.

Juri Hida, sabato 31 dicembre 2011 alle0:05 ha scritto: rispondi »

nelle province di milano ???????????????????????????????????????????????????

Lascia un commento