Spiegare la sostenibilità ai bambini per assicurare al mondo un domani più verde. Un concetto importante per BorgoFuturo, l’ecofestival che si svolge nella splendida cornice di Ripe San Ginesio, Macerata, che prevede una serie di eventi per sensibilizzare le nuove generazioni ai problemi dell’impatto umano sull’ambiente.

Senza parlare con le nuove generazioni non è possibile gettare le basi per un futuro più sostenibile. È per questo che a Borgofuturo, in programma dal 4 al 5 luglio in uno dei Comuni più green d’Italia, Ripe San Ginesio, sono molti gli spazi dedicati ai più piccoli.

Giunto alla quinta edizione, Borgofuturo prevede quest’anno tanti spazi artistici, tecnologici e culturali dedicati ai bambini per insegnare loro cosa vuol dire immaginare un futuro più verde e in quanti modi sia possibile ridurre l’impatto dell’uomo sull’ambiente.

Si parte con la biblioteca viaggiante Bibliomotocarro, iniziativa che dal 1999 porta avanti un’importante attività di promozione del libri nei piccoli centri della Basilicata. A bordo di un’ape, il maestro Antonio La Cava distribuisce libri gratis ai bambini, con l’obiettivo di aiutare le periferie più emarginate dove non ci sono librerie o biblioteche disponibili. Inoltre, Bibliomotocarro è anche cinema itinerante, fatto dai bambini per i bambini.

L’arte riciclata sarà presente con Guixot de 8, un atteso ritorno per il festival di Ripe San Ginesio dopo la partecipazione alla prima edizione. Grazie a oggetti comuni come uno spremiagrumi, un tubo, un vecchio letto, alcune ruote da bici, gli artisti catalani che lavorano insieme dal 1981 realizzano giochi per bambini che sembrano opere d’arte costruiti con materiali riciclati.

L’arte sarà ancora la protagonista con Papaya, l’animatrice che viene direttamente da Venere e riesce a trasformare i bambini in animali. La sostenibilità non è un argomento da affrontare solo in età scolare: anche i piccolissimi possono familiarizzare con i temi della tutela dell’ambiente e rispetto delle risorse naturali.

Proprio per questo, a Borgofuturo quest’anno è attivo un servizio di baby-parking per bambini fino a 5 anni di età, con due operatrici esperte che si occuperanno dei più piccoli in uno spazio adatto a loro, con giochi e materiale didattico.

29 giugno 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento