Bologna, record nella mobilità sostenibile

Bologna città più sostenibile d’Italia. Almeno per quanto riguarda la mobilità, il capoluogo bolognese non ha rivali nel nostro paese. Incentivi, aste per l’acquisto economico di biciclette e altre iniziative promosse dal Comune e da alcune associazioni sono il segreto del risultato, tanto caro agli abitanti della “grassa, dotta e rossa” città emiliana.

Sostegno da parte della Regione Emilia Romagna all’acquisto di auto elettriche, mentre anche il Comune fa la sua parte grazie al successo della pedonalizzazione straordinaria dei T-Day e degli eco-incentivi per le biciclette elettriche.

Agevolazioni pari a 300 euro per chi sceglierà di comprare una bicicletta a pedalata assistita o un ciclomotore elettrico, con la cifra raddoppiata qualora si proceda alla contestuale rottamazione di un ciclomotore inquinante (euro 0 e 1). Il limite di sconto previsto è pari al 50% del prezzo finale, comprensivo di IVA.

I bolognesi non stanno certo a guardare. Il gruppo “Primavera Urbana” ha lanciato un servizio di risciò a pedali gratuito per il trasporto all’interno del centro storico denominato “Bi-Bo”. Alcuni volontari accompagneranno, utilizzando biciclette a pedalata assistita, chiunque per turismo o necessità quotidiana si trovi a dover entrare nella parte vecchia della città, interdetta alle auto.

Nelle intenzioni dei promotori, il servizio “Bi-Bo”, la riscoperta dell’aiuto reciproco senza altri fini che il benessere comune:

Vorremmo che attraverso quest’iniziativa venisse riscoperto il valore della gratuità del servizio offerto alla comunità, applicato alla soluzione di un problema concreto che affligge la nostra città.

10 ottobre 2011
Fonte:
Lascia un commento