Bologna e Firenze hanno avanzato la loro candidatura a Capitale Verde d’Europa per il 2019. Le amministrazioni dei due capoluoghi sono già al lavoro per produrre un dossier contenente tutte le iniziative green intraprese negli ultimi anni e programmate per gli anni a venire.

=> Scopri Nimega, Capitale verde d’Europa 2018

Il titolo, giunto alla sua decima edizione, è nato da un’iniziativa della Commissione Europea per riconoscere e premiare le amministrazioni urbane più virtuose. Quest’anno ad avanzare la candidatura a Capitale Verde d’Europa sono state 14 città:

  1. Arad, Romania;
  2. Bologna, Italia;
  3. Firenze, Italia;
  4. Funchal, Portogallo;
  5. Ghent, Belgio;
  6. Kamëz, Albania;
  7. Lahti, Finlandia;
  8. Lisbona, Portogallo;
  9. Oslo, Norvegia;
  10. Pécs, Ungheria;
  11. Siviglia, Spagna;
  12. Strasburgo, Francia;
  13. Tallinn, Estonia;
  14. Wroclaw, Polonia;

Le città in lizza verranno valutate da una commissione di esperti sulla base di 12 indicatori: dalle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici alla mobilità sostenibile; dai piani per ridurre lo smog alla tutela della biodiversità.

=> Leggi le novità in arrivo nel settore della Green Economy

Il commissario UE all’Ambiente, agli Affari Marittimi e alla Pesca Karmenu Vella si è detto entusiasta della grande partecipazione all’iniziativa, un segnale importante dell’impegno delle città europee a favore della sostenibilità ambientale:

Sempre più amministrazioni locali si stanno rendendo conto dei tanti vantaggi della Green Economy e si stanno impegnando per rendere le città più sostenibili, migliorando la qualità della vita dei cittadini, tutelando la salute pubblica e creando nuovi posti di lavoro.

Come sottolineato dal comitato organizzativo in una nota, impegnarsi per creare città più sostenibili e vivibili oggi è ancora più importante, perché ben due terzi dei cittadini europei vivono in contesti urbani.

Le sfide per uno sviluppo sostenibile in città sono più difficili da vincere, ma è pur vero che i contesti urbani sono centri nevralgici di innovazione e luogo privilegiato per la nascita e la sperimentazione di soluzioni all’avanguardia.

L’iniziativa intende favorire la cooperazione tra le città europee, accendendo i riflettori sui progetti sostenibili degni di nota che possono essere replicati anche in altri Comuni.

Le tre città finaliste saranno annunciate ad aprile del 2017. Per conoscere la Capitale Verde d’Europa 2019 bisognerà aspettare fino a giugno del 2017, quando si svolgerà la cerimonia di assegnazione del titolo a Essen, in Germania.

29 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento