Un robot renderà le bollette energetiche degli italiani più leggere, permettendo di risparmiare fino a 180 euro all’anno. L’innovativo apparecchio domestico per il risparmio energetico, dotato di pannelli solari, si chiama Biro ed è frutto del lavoro di ricerca del team ReS On Network, coordinato da Marco Santarelli.

Santarelli, scienziato abruzzese che vanta una collaborazione di lunga data con l’astronoma Margherita Hack, ha presentato il robot Biro nell’ambito di REbuild 2015, la mostra convegno dedicata alla riqualificazione energetica degli edifici in corso in questi giorni a Riva del Garda, in Trentino-Alto Adige.

Il robot Biro per il risparmio energetico, alto appena 35 centimetri, dovrebbe entrare in commercio a dicembre del 2015, permettendo di tagliare i costi delle bollette domestiche di ben il 30%.

BiroRobot effettuerà delle vere e proprie ispezioni nei vari ambienti della casa per individuare gli sprechi e aiutare a correggere le cattive abitudini che fanno lievitare le bollette.

Il sopralluogo del robot è reso possibile dai sensori a infrarossi. Le immagini vengono inviate a un software di analisi interno che elabora le soluzioni per tagliare i consumi.

Per le famiglie sarà come avere un consulente energetico sempre a disposizione, capace di analizzare anche le bollette e di valutare quali apparecchi elettronici sono troppo energivori, quali elettrodomestici vengono utilizzati male e nelle fasce orarie meno convenienti.

Le tante funzioni del robot Biro sono rese possibili dal codice sviluppato da Li8Li. Per usufruire dei servizi del robot occorrerà inserire username e password.

Oltre a dispensare consigli per risparmiare energia in casa il robot, vestito da Ecologina, funge anche da navigatore satellitare e da rubrica telefonica, con la possibilità di inviare SMS ed MMS ai propri contatti. Nei progetti per il futuro di Marco Santarelli e del suo team c’è la versione di Biro dedicata alle aziende:

Le imprese sono responsabili di circa il 44% dei consumi elettrici nazionali. Per questo stiamo lavorando su un automa dalle forme umanoidi alto 1,61 metri pensato per monitorare i consumi energetici delle aziende, in grado di muoversi, parlare e accompagnare gli Energy Manager.

25 giugno 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento