I consumatori possono tirare un temporaneo sospiro di sollievo: le bollette di luce e gas di luglio non subiranno i rincari annunciati dall’Autorità energetica. Lo ha stabilito una sentenza del TAR della Lombardia che ha accolto il ricorso cautelare contro gli aumenti presentato dal Codacons.

L’AEEGSI è però già corsa ai ripari contro il decreto, appellandosi all’Avvocatura dello Stato per intimare al TAR di revocare immediatamente la sentenza che ha sospeso i rincari. L’Autorità si è scagliata contro il ricorso presentato del Codacons, accusato di presentare una visione distorta del caso.

Il Codacons respinge le accuse al mittente e annuncia l’avvio di azioni legali contro i grossisti responsabili delle speculazioni che hanno portato l’Authority ad aumentare le tariffe energetiche e contro la stessa Autorità energetica.

Lo scontro si fa sempre più acceso: l’associazione dei consumatori usa parole molto dure per commentare la richiesta di revoca dell’istanza del TAR avanzata dall’AEEGSI, definita un “provvedimento vergognoso”. Il Codacons invita gli utenti italiani ad aderire alla sua class action per non essere costretti a pagare un prezzo più alto per l’elettricità e il gas, a causa di fattori che non hanno nulla a che vedere con il normale andamento del mercato, ma dipendono dalle azioni di speculatori professionisti.

Il Codacons accusa l’AEEGSI di non aver fatto abbastanza per evitare i rincari, limitandosi a chiedere la cessazione delle speculazioni con la delibera 342/2016/E/eel e rimandando l’applicazione di regimi sanzionatori.

Più pacata la posizione del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha annunciato l’avvio di ulteriori indagini, volte a far luce sulle speculazioni che hanno incrementato i costi di dispacciamento. Il MiSE ha già sollecitato l’Autorità per l’Energia a comminare sanzioni ai grossisti che adottano comportamenti scorretti e ad approvare al più presto nuove norme sugli sbilanciamenti per non penalizzare cittadini e imprese. Il TAR della Lombardia si pronuncerà nuovamente sull’intricata vicenda il prossimo 15 settembre, quando il caso verrà trattato in sede collegiale.

21 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
AGI
Immagini:
I vostri commenti
Gerardo, mercoledì 27 luglio 2016 alle15:55 ha scritto: rispondi »

Io sono con il gruppo Hera Com mi è arrivata una bolletta di 590 euro.mi hanno diminuito la potenza e non só come pagarla

Lascia un commento