Bollette in calo ad aprile: luce -8%, gas – 5,7%

Bollette luce e gas in calo ad aprile. A darne comunicazione è l’Autorità per l’energia, che preannuncia riduzioni nell’ordine dell’8% per quanto riguarda l’elettricità e del 5,7% per le tariffe del gas. A incidere sarebbero state le quotazioni generali dei mercati all’ingrosso, con alcune differenti tra le due diverse forniture.

Per quanto riguarda le bollette della luce il calo dell’8% è dato dal bilanciamento tra la riduzione dei costi di approvvigionamento (-9,1%) e l’aumento gli oneri generali di sistema (+1,1%). Un effetto che tuttavia non ammortizzerà completamente le maggiorazioni dell’ultimo anno: al lordo delle tasse la spesa per famiglia media nel periodo luglio 2017 – giugno 2018 sarà di 533,73 euro, +5,6% rispetto all’anno precedente (per un incremento di circa 28 euro annui).

=> Scopri quali sono gli oneri per gli utenti onesti relativi alle bollette luce non pagate

Discorso simile per quanto riguarda le bollette del gas, il cui calo del 5,7% deriva dalla riduzione dei costi di approvvigionamento (-4,2%), del servizio di trasporto (-1,3%) e degli importi legati ad attività connesse all’approvvigionamento all’ingrosso (-0,2%). Più contenuto in questo caso l’aumento rispetto all’anno predente, +1,3%, con una spesa per famiglia media (periodo luglio 2017-giugno 2018) pari a circa 1.042 euro (+13 euro annui).

=> Leggi di più sulle offerte PLACET per bollette luce e gas

Sono tuttavia critiche le associazioni, che pur accogliendo con favore il calo dei costi puntano il dito sull’eccessivo carico di spese sui consumatori. Codacons lamenta la presenza di troppe tasse sugli importi delle due bollette: “ogni singola famiglia paga quasi 191 euro di tasse e oneri sulla bolletta della luce e ben 443 euro di imposte per il gas”. Discorso condiviso da Federconsumatori, che sottolinea:

I cittadini continuano a pagare in bolletta i famigerati oneri per la dismissione delle centrali nucleari, per le agevolazioni alle imprese energivore, per i regimi tariffari speciali a favore delle ferrovie, per gli incentivi alle fronti rinnovabili.

30 marzo 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento