Bollette luce e gas: rincari a ottobre, +109 euro la spesa media annua

Brutte notizie per i cittadini italiani dato che vi sono imminenti aumenti sulle bollette di luce e gas. Dal primo ottobre si registrerà un incremento del 7,6% per l’energia elettrica (+1,5 cent per kWh) e del 6,1% per il gas naturale (+4,78 cent al metro cubo) rispetto alla spesa media del terzo trimestre. Un incremento medio per le famiglie intorno ai 109 euro all’anno. Lo annuncia Arera, l’Autorità per l’energia, in via ufficiale.

Due le cause principali che hanno portato l’autorità a propendere per questi rialzi, che gravano ancora una volta sull’economia delle famiglie italiane. Innanzitutto, il rincaro della materia prima che ha ormai raggiunto livelli record, non solo in Italia ma anche in Europa, tanto da costringere l’Area a rinnovare il blocco degli oneri generali di sistema.

=> Leggi perché sono aumentate le bollette lo scorso luglio

Poi la siccità che ha colpito il Vecchio Continente durante l’estate, comportando l’aumento della domanda di energia elettrica per l’aumento dell’utilizzo dei condizionatori. C’è anche da considerare che il costo dei permessi di emissione di anidride carbonica ha toccato i 20 euro, una cifra mai vista prima. Come sottolineato da Carlo Rienzi, presidente Codacons:

Nel 2018 le famiglie hanno subito un abnorme aumento delle bollette al punto che da inizio anno le tariffe del gas sono rincarate complessivamente del +13,6%, quelle della luce del +11,4%. Incrementi che incidono sui bilanci familiari, specie per i nuclei più numerosi e quelli a reddito medio-basso, e che non appaiono giustificati da un tale rialzo dei costi della materia prima.

=> Leggi perché chi paga regolarmente le bollette è svantaggiato

Date le ripercussioni sulle tasche degli italiani che il nuovo aumento delle bollette di luce e gas comportano il Codacons annuncia di voler analizzare la documentazione che ha portato l’Autorità a varare i maxi aumenti odierni e, in caso di eventuali rincari causati da speculazioni sul mercato dell’ingrosso – e quindi da pratiche illecite, presenterà ricorso al Tar.

28 settembre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento