Bollette del gas in Italia più alte della media europea

La crisi si fa sentire nel comparto energetico e soprattutto dentro le nostre tasche. L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha annunciato nuovi rincari per il gas: si parla di un 5,5% in più per i prossimi 3 mesi. Una batosta che sommato all’aumento dell’Iva – e nonostante l’abbassamento dei prezzi degli idrocarburi a seguito della relativa pacificazione in Libia -costerà in media 61 euro annui in più a famiglia.

La “sberla”, come è stata definita poco amichevolmente dalle associazioni dei consumatori, segue il trend dei trimestri scorsi che hanno visto aumenti simili. La replica delle associazioni, alla luce della situazione oggettivamente dura dell’economia familiare italiana, non poteva che essere di fuoco:

Le famiglie il cui potere di acquisto è già stremato dai continui aumenti di prezzi e tariffe in tutti i settori e sarà ulteriormente aggravato dalla manovra economica iniqua e depressiva del Governo, dovranno così fare i conti con l’ennesimo aumento.

Il peso della tassazione sul gas ha raggiunto nel nostro paese, a dir la verità, cifre difficilmente giustificabili. A fronte di una media europea del 20%, l’erario italiano incide del 39% sul prezzo di ogni metro cubo consumato. Difficile, allora, non dar ragione alle critiche mosse al Governo.

.

6 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento