Un cucciolo di lupo grigio, di sole 8 settimane, è stato recuperato a maggio mentre vagava sperso per le strade dell’Idaho. A salvarlo dalla solitudine è stata una coppia di campeggiatori che, imbattutisi nel piccolo, l’hanno prelevato pensando fosse un cucciolo di cane. Consegnato al veterinario di zona, e dopo una serie di esami, ne è stata accertata l’origine della specie di appartenenza. Il medico, con il centro di Caccia e Pesca dell’Idaho, ha cercato di recuperare il branco d’origine ma dopo svariati tentativi falliti ha contattato il centro Busch Gardens di Williamsburg, in Virginia.

Il gruppo faunistico possiede un’esperienza longeva e completa nei confronti dei lupi, che trovano ricovero e cure nello spazio del centro. Un team ha raggiunto il piccolo, che è stato prelevato e condotto presso il rifugio. Il cucciolo, ribattezzato Boise, è stato inserito nello stesso recinto di due altri cuccioli di lupo dal pelo scuro di sei settimane. L’interazione pare fruttuosa e serena, tanto che gli operatori del centro sembrano fiduciosi nei riguardi del recupero dei tre piccoli.

A fargli da madre un cane da caccia di nome Mia, che ha da subito stabilito le regole gerarchiche sottomettendo i piccoli e dichiarandosi apertamente il capobranco. Questo atteggiamento renderà più tranquilli e disciplinati i cuccioli di lupo, fino alla fase di transizione verso l’età adulta. Un percorso importante che, in condizioni normali, avrebbe svolto la madre lupo.

L’obiettivo del centro è quello di curare e recuperare i lupi in pessime condizioni, in difficoltà causata dalla fame e dall’età. Al contempo istruire le persone attraverso visite guidate, in modo da attuare il giusto comportamento in presenza di un lupo e prestargli soccorso in caso di necessità. Inoltre i lupi verranno messi in comunicazione tra loro, per ristabilire gli istinti naturali nell’ipotesi di un reintegro graduale in natura.

Di seguito i due video dell’arrivo del piccolo Boise presso il centro, l’incontro con la madre adottiva e con i nuovi compagni di recinto.

6 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Alessandra, giovedì 26 giugno 2014 alle12:17 ha scritto: rispondi »

Semplicemente meraviglioso...ma quando impareremo dagli animali?

Lascia un commento