Anche i mezzi pesanti possono essere ecologici, rendendo meno inquinante il trasporto su gomma sulle medie e lunghe percorrenze. La sfida è stata raccolta dalla BMW che nei giorni scorsi ha presentato al mondo il suo primo tir elettrico.

Il tir elettrico della BMW è già entrato in circolazione sulle autostrade tedesche, grazie a una partnership siglata dalla casa automobilistica con la compagnia di logistica SCHERM.

Il tir elettrico da 40 tonnellate effettuerà 8 viaggi al giorno per trasportare le componenti per auto dai magazzini della SCHERM all’impianto di produzione della BMW di Monaco. Si tratta del primo tir 100% elettrico a entrare in circolazione sulle strade europee.

L’autonomia del tir elettrico della BMW è di circa 100 chilometri, sufficienti a coprire il percorso medio di un’intera giornata lavorativa senza necessità di un’ulteriore ricarica.

Per un ciclo completo di ricarica sono sufficienti 4 ore. Per ridurre ulteriormente l’impatto del mezzo, la BMW ha deciso di utilizzare solo energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili per ricaricare il tir.

Il veicolo è stato realizzato dalla compagnia olandese Teberg, basandosi su un modello, il Terberg YT202-EV, che finora era stato impiegato solo su strade private e per coprire brevi tratte, principalmente nei porti, per movimentare le merci.

I vertici della BMW sono convinti che testare il tir elettrico per tragitti più lunghi e su strade pubbliche rappresenti un passo importante per promuovere i mezzi pesanti a zero emissioni. Nei prossimi mesi, la compagnia automobilistica intende esplorare le potenzialità della tecnologia:

Grazie a questo progetto otterremo informazioni importanti sui possibili impieghi dei tir elettrici nel settore logistico delle città.

Grazie al tir elettrico sarà possibile migliorare la qualità dell’aria urbana. Rispetto a un veicolo diesel il mezzo consente di risparmiare l’immissione in atmosfera di ben 11,8 tonnellate di CO2 all’anno.

Un risparmio tutt’altro che trascurabile. Non a caso gli esperti consigliano di puntare sull’adozione di mezzi pesanti elettrici. Rispetto alle auto private i tir consumano più carburante e sono maggiormente inquinanti.

Un parco di tir 100% elettrico permetterebbe di risparmiare denaro ed emissioni. Le stime parlano di un risparmio di 35 mila dollari all’anno sui costi del carburante rispetto ai camion tradizionali.

14 luglio 2015
In questa pagina si parla di:
bmw
Fonte:
Immagini:
BMW
Lascia un commento