Ci sarà molto “verde” nel futuro di BMW, parola del presidente del gruppo di Monaco di Baviera, Norbert Reithofer. Il dirigente ha parlato infatti di recente in una conferenza, spiegando a grandi linee quello che potrebbe essere il futuro dell’azienda da lui guidata, un futuro che si annuncia sempre più attento alle propulsioni alternative da affiancare gradualmente ai modelli più legati alla tradizione del marchio.

Dalle parole di Reithofer si intuisce l’intenzione di ampliare la gamma BMW i, ovvero il brand che ha appena debuttato con la nuova BMW i3 e destinato ad accogliere i modelli futuri con sistemi propulsivi non convenzionali, a partire ovviamente dalla già annunciata Bmw i8 ibrida.

La novità è costituita però da un nuovo modello elettrico fuel cell, una soluzione che, secondo il presidente BMW, offrirà ai clienti la possibilità di viaggiare per lunghe distanze, quindi svincolandosi dalla cosiddetta “ansia da autonomia” di molti veicoli elettrici tradizionali, aggiungendo in più il vantaggio delle zero emissioni allo scarico.

Il manager tedesco non è sceso nei dettagli, lasciando quindi aperto ogni discorso sui contenuti tecnici che la futura BMW elettrica fuel cell potrà fare propri. Quel che sembra certo è l’intenzione di trovare nuove strade nel campo dei veicoli alternativi, avendo come obiettivo principale quello di aumentare le quote di mercato mettendosi alla ricerca del giusto equilibro tra evoluzione e rivoluzione, tanto per usare le parole dello stesso Reithofer. Per questa ragione, il gruppo pensa di lanciare ben 10 nuovi modelli entro la fine del prossimo anno.

2 agosto 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento