BMW sta per lanciare sul mercato dei veicoli elettrici il suo ultimo modello, BMW C Evolution. Con qualche anno di ritardo rispetto alle auto ecologiche, anche il settore degli scooter elettrici inizia dunque a viaggiare con una marcia in più.

Tra i brand leader nel settore spicca proprio BMW, che negli anni scorsi ha prodotto i modelli C 600 Sport e C 650 GT. BMW C Evolution C Evolution si presenta al pubblico come la combinazione evoluta dei due modelli precedenti. Annunciato nell’estate del 2012, il mezzo è quasi pronto per entrare in commercio.

Nel mese di agosto lo scooter è stato sottoposto agli ultimi test fornendo ottime prestazioni. La batteria è in grado di garantire un’autonomia di 100 chilometri grazie a una potenza nominale di 11 KW, il corrispondente di 15 cavalli, e a una potenza massima di 35 KW, pari a 47 cv. La velocità massima della BMW C Evolution è quasi in linea con le prestazioni delle auto elettriche, ovvero 120 km/h, con limitazione elettronica. Il mezzo è in grado di competere con i maxi scooter di cilindrata pari o superiore a 600 cc.

Ottime le prestazioni anche dal punto di vista della ricarica. Collegabile alla normale presa elettrica domestica, lo C Evolution si ricarica al 100% in sole 4 ore, ma è in grado di ricaricarsi anche grazie a un dispositivo di recupero energia in frenata, simile a quello in dotazione alle automobili. Questa per la categoria è un’assoluta novità.

Altra similitudine con le auto elettriche è la possibilità di scegliere tra ben 4 modalità di guida:

  • La modalità “Strada” che permette l’accelerazione massima e il recupero dell’energia in frenata fino al 50%;
  • La modalità “Eco Pro” che consente di risparmiare energia in accelerazione, riducendo anche la quantità di energia recuperata;
  • La modalità “Navigazione” che non permette il recupero energetico ma garantisce un consumo costante della batteria senza effetti in frenata;
  • La modalità “Dinamica” che combina la piena potenza in accelerazione con alte possibilità di recupero di energia.

Per permettere un ulteriore risparmio sulla batteria, sia le luci che il display sono a LED. Il display tiene sempre aggiornato l’utente non solo sulla velocità, ma anche sullo stato della ricarica, sull’autonomia, fornendo tutte le informazioni utili all’ottimizzazione della guida in chiave ecologica.

24 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Marco Mancini, martedì 1 ottobre 2013 alle12:04 ha scritto: rispondi »

ottimo investimento Giorgio, ora più che mai.

giorgio, mercoledì 25 settembre 2013 alle20:56 ha scritto: rispondi »

Sono interessato ad un veicolo elettrico

pierluigi biagioni, martedì 24 settembre 2013 alle20:21 ha scritto: rispondi »

E' deprimente constatare che dobbiamo rivolgerci a costruttori stranieri per migliorare l'ambiente e la vita nostra e delle future generazioni. Eppure la nostra tecnologia è al pari degli altri...

Lascia un commento