Anche una vecchia e inquinante auto degli anni ’70 può diventare un’efficiente e veloce auto elettrica e la conferma arriva dagli USA per mano di Mike Pethel, un semplice appassionato, che pur non essendo un ingegnere è riuscito a realizzare una delle più interessanti conversioni artigianali benzina-elettrico viste finora.

>>Scopri la ricarica express di Enel per le auto elettriche

Evidentemente stanco di pagare i conti con il suo benzinaio, Pethel ha pensato bene di fare un salto in avanti e ha deciso che per la sua Bmw E9 CS 3.0 era l’ora di passare alla propulsione elettrica. Il talentuoso appassionato ha così deciso di mettersi al lavoro sulla propria vettura, apportando delle pesanti modifiche alla parte posteriore dell’abitacolo, dove i sedili hanno lasciato il posto ad un potente e ingombrante pacco composto da 2.400 batterie al litio.

>>Leggi le prospettive per il mercato delle auto elettriche

La berlina di Monaco ha guadagnato anche un doppio motore elettrico, arrivando a scaricare in questa sua variante elettrificata una potenza superiore a 800 cavalli che assicura una velocità massima di quasi 234 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h in tre secondi. Si tratta di prestazioni degne di una sportiva con un tradizionale motore a benzina, con il vantaggio di viaggiare a zero emissioni allo scarico e nel massimo del silenzio.

Dal filmato diffuso si nota tuttavia come l’intero abitacolo della BMW sia andato perduto per fare posto alle batterie, dando luogo a una soluzione sicuramente efficiente, ma non molto pratica. In ogni caso resta valida l’idea di base che vede qualunque veicolo potenzialmente in grado di essere adattato a una tecnologia più pulita e moderna senza che sia necessaria un’eccessiva spesa, a patto comunque di sacrificare qualcosa in termini di praticità.

12 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
bmw
Fonte:
I vostri commenti
Enzo R., martedì 12 marzo 2013 alle23:30 ha scritto: rispondi »

Un motore elettrico è in grado anche di portarla a 100 km/h in 1 sec., e poi fermarsi giusto lì, per mancanza di energia. Meno male che il talentuoso non sia ingegnere, altrimenti notizie del genere squalificherebbero la categoria.  

Luigi Calderone, martedì 12 marzo 2013 alle20:53 ha scritto: rispondi »

Grandi prestazioni ma quanti chilometri fa con un pieno? E quanto tempo ci vuole per la ricarica?

Lascia un commento