Tornano le targhe alterne a Roma. Contro il traffico e lo smog la Capitale ricorre nuovamente a uno stop parziale alle auto. Si partirà oggi con le dispari, mentre domani toccherà alle pari, incluso lo zero, rimanere ferme nei parcheggi. Lunedì 16 gennaio è anche il giorno in cui Milano fa la prima vera conoscenza con l’Area C.

Targhe alterne a Roma oggi e domani che vieteranno l’ingresso all’interno della Fascia Verde a partire dalle 9 fino alle 13 e poi dalle 16 fino alle 21. Potranno evitare il blocco le vetture a benzina Euro 5, ciclomotori a 4 tempi Euro 2 e motocicli Euro 3, oltre alle auto elettriche, ibride, alimentate a gpl o metano.

Presentate sul sito del Comune di Roma alcune categorie esentate dal rispetto del provvedimento, come ad esempio i veicoli del servizio Car-Sharing, vetture provviste di contrassegno per invalidità previsto dal D.P.R. 503 del 24 luglio 1996 o per auto destinate a servizio d’urgenza per medici e medici veterinari.

Il blocco invece continua a essere totale, dalle 7 e 30 alle 20 e 30, per i veicoli maggiormente inquinanti e appartenenti alle categorie Euro 0 e 1 a benzina, diesel Euro 0,1 e 2, ciclomotori e motoveicoli Euro 0 e 1. Al via nel frattempo l’Area C a Milano. Aumento del numero di vetture in ingresso nella zona dei Bastioni prima delle 7 e 30, orario d’entrata in vigore della “Congestion Charge“, mentre nella mezz’ora successiva dimezzamento degli accessi.


Cresce l’uso di mezzi pubblici e ciclomotori, questi ultimi esentati dal pagamento del ticket. Buone notizie dal fronte trasporto pubblico rese note dal presidente di ATM Bruno Rota, la cui situazione generale afferma essere sotto controllo. Ottimista, anche se ancora cauto l’assessore Pierfrancesco Maran, che preferisce attendere i dati relativi alle ore di maggior afflusso previsto:

L’impressione è che ci sia stato, almeno al momento, una drastica riduzione degli ingressi al centro, senza che si siano registrate criticità rilevanti all’esterno. Ora bisogna attendere la fascia fino alle 9.30, l’ora di punta sia per il traffico auto, sia per l’affluenza sulle metropolitane.

| FattidiCronaca

16 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
AGI
Lascia un commento