Blocco del traffico domenica 26 marzo 2017 a Roma per l’ultima della quattro Domeniche ecologiche in programma. Indetta dal sindaco Raggi al fine di contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico nella Capitale, questa ultima iniziativa si svolgerà come di consueto all’interno della Fascia Verde.

=> Leggi la classifica sulla mobilità in Italia secondo Euromobility

Risulterà potenziato nella giornata di domenica 26 marzo, in corrispondenza del blocco del traffico, il trasporto pubblico locale. Come si legge sul sito ufficiale del Comune di Roma Capitale:

Le giornate di chiusura al traffico costituiscono anche uno strumento utile a sensibilizzare la cittadinanza contribuendo alla diffusione di modelli culturali alternativi, tesi al miglioramento degli stili di vita e confermano l’indirizzo di questa amministrazione, all’insegna di un’oculata programmazione che garantisca pienamente la sostenibilità ambientale.

Nel corso della giornata, soprattutto durante le fasce orarie di interdizione, è garantito il potenziamento del Trasporto Pubblico Locale.

=>

Info e orari

Il blocco traffico a Roma interesserà tutti i veicoli che dispongono di motore endotermico. Divieto totale alla circolazione dei suddetti mezzi all’interno della zona identificata come Fascia Verde dal PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) nei seguenti orari:

  • Dalle 7:30 alle 12:30;
  • Dalle 16:30 alle 20:30.

Sono esentate e potranno quindi circolare durante l’intera giornata di domenica 26 marzo le seguenti categorie di veicoli:

  • Veicoli a trazione elettrica e ibridi;
  • Veicoli alimentati a metano e a GPL;
  • Autoveicoli ad accensione comandata (benzina) Euro ‘6’;
  • Autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro ‘6’;
  • Ciclomotori a 2 ruote con motore 4 tempi Euro ‘2’;
  • Motocicli a 4 tempi Euro ‘3’.
  • Veicoli muniti del contrassegno per persone invalide previsto dal D.P.R. 503 del 24 luglio 1996;
  • Veicoli adibiti al trasporto di polizia e forze di pubblica sicurezza, emergenza anche sociale (compresi interventi per forniture luce, gas, acqua e telefono), per interventi inerenti impianti per la regolazione del traffico o per il trasporto salme;
  • Trasporto collettivo pubblico;
  • Veicoli adibiti a Piano Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) attivati sulla base di appositi provvedimenti del Ministero dell’Ambiente e del Territorio e del Mare o dell’Amministrazione di Roma Capitale;
  • Veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione Civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano;
  • Trasporto dei partecipanti a cortei funebri adeguatamente motivato;
  • Veicoli con targa C.D., S.C.V. e C.V.;
  • Trasporto di medici in servizio di emergenza, purché adeguatamente motivato e provvisti di contrassegno dell’Ordine dei Medici;
  • Veicoli regolamentati ai sensi della Del. A.C. n.66/2014.
  • Veicoli di commercianti impegnati nei mercati domenicali e per il solo svolgimento dell’attività lavorativa;
  • Veicoli a due o quattro ruote utilizzati per lo spostamento casa-lavoro, per lavoratori impegnati su turni che rendono difficile il ricorso ai mezzi pubblici, con obbligo di certificazione da parte del datore di lavoro;
  • Veicoli del CONI o federazioni affiliate il cui utilizzo è riferito a specifiche manifestazioni sportive, con necessità di certificazione da parte del presidente della federazione;
  • Automezzi adibiti ai lavori nei cantieri delle linee metro in costruzione;
  • Veicoli destinati ai traslochi, purché già in possesso delle autorizzazioni per l’occupazione del suolo pubblico.

24 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
giorgio, domenica 26 marzo 2017 alle11:53 ha scritto: rispondi »

centraline nella norma? allora si poteva revocare

Lascia un commento