Tornano dal 15 novembre 2015 a Roma le “Domeniche ecologiche”. Blocco del traffico che verrà attuato secondo le modalità previste nell’ordinanza firmata dal Commissario Tronca, in carica dopo lo scioglimento della Giunta Marino. Previste come per i precedenti provvedimenti di stop alla circolazione delle apposite deroghe, che permetteranno ad alcune categorie di veicoli di circolare.

Il blocco al traffico a Roma previsto per domenica 15 novembre sarà attivo dalle 7:30 alle 12:30, per poi riprendere a partire dalle 16:30 fino alle 20:30. Lo stop riguarda la Fascia Verde cittadina, così come definita dal Piano Generale del Traffico Urbano (P.G.T.U.). Lo stop riguarderà anche i possessori di permessi ZTL (accesso e circolazione), così come le vetture, provvedimento emesso per la prima volta nella Capitale, con motori benzina e diesel Euro 5.

Potranno invece circolare le auto in servizio di car sharing e car pooling, quelle elettriche, ibride, a metano e alimentate a GPL. Sarà prevista la circolazione, attraverso le apposite deroghe contenute nel provvedimento firmato dal Commissario Tronca, alle seguenti categorie di veicoli:

  1. Veicoli a trazione elettrica e ibridi;
  2. Veicoli alimentati a metano e GPL;
  3. Autoveicoli ad “accensione comandata” (benzina) Euro 6;
  4. Autoveicoli ad “accensione spontanea” (diesel) Euro 6;
  5. Ciclomotori a due ruote con motori 4 tempi Euro 2;
  6. Motocicli con motori 4 tempi Euro 3;
  7. Vetture in servizio di polizia e di pubblica sicurezza, inclusi servizi di emergenza, anche sociale, oltre a quelli di soccorso, anche stradale, e trasporto salme;
  8. Veicoli per il pronto intervento e la pubblica utilità (es. servizi di manutenzione utenze gas, luce, acqua ecc.) muniti di contrassegno o certificazione del datore di lavoro;
  9. Veicoli della Protezione Civile, per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e adibiti a interventi straordinari per il verde e il mantenimento del decoro urbano;
  10. Autoveicoli per il trasporto collettivo pubblico e privato;
  11. Taxi e servizio di noleggio con conducente;
  12. Autoveicoli adibiti a servizio car sharing, car pooling, “Servizi Piano Spostamenti Casa Lavoro” approvati in base a provvedimenti del Ministero dell’Ambiente e dell’Amministrazione Capitolina;
  13. Veicoli con targa CD, SCV, CV;
  14. Vetture munite di contrassegno per persone invalide;
  15. Autoveicoli per emergenza sanitaria di medici e medici veterinari, in visita domiciliare urgente e muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo Ordine;
  16. Autoveicoli adibiti a trasporto persone sottoposte a terapie indispensabili;
  17. Veicoli per il trasporto di persone sottoposte a misure di sicurezza;
  18. Trasporto di generi alimentari deperibili, distribuzione della stampa periodica e di invii postali;
  19. Veicoli non oltre le 3,5 tonnellate di peso adibiti a trasporto medicinali, materiale sanitario per uso urgente e trasporto valori;
  20. Veicoli che trasportano persone che partecipano a cerimonie religiose programmate in data precedente a quella dell’ordinanza del Commissario (9 novembre 2015), munite di appositi inviti o di attestazioni rilasciate dai ministri officianti;
  21. Veicoli degli operatori per l’informazione quotidiana in servizio, muniti del tesserino di riconoscimento e dell’attestazione della redazione;
  22. Veicoli in servizio di turno utilizzati dai controllori del traffico aereo di Ciampino e Fiumicino con certificazione ENAV;
  23. Autoveicoli e motoveicoli di lavoratori la cui posizione della sede di lavoro renda impossibile il ricorso ai mezzi del servizio pubblico e in possesso di attestazione del datore di lavoro;
  24. Automezzi adibiti ai lavori nei cantieri delle linee metropolitane in costruzione;
  25. Veicoli o mezzi per il trasloco le cui autorizzazioni all’occupazione del suolo pubblico sono state precedentemente approvate dagli uffici competenti;
  26. Veicoli di imprese in servizio per conto di Roma Capitale o per conto di Aziende di sottoservizi che eseguono interventi programmati;
  27. Veicoli utilizzati per la realizzazione di iniziative promosse o patrocinate da Roma Capitale muniti di apposita documentazione rilasciata dagli Enti competenti;
  28. Veicoli utilizzati nell’organizzazione di manifestazioni per le quali sono stati in precedenza rilasciati atti concessori di occupazione di suolo pubblico;
  29. Veicoli dei commercianti ambulanti domenicali, utilizzati solo per motivi di lavoro e nelle tratte da e per il domicilio;
  30. Veicoli dei sacerdoti e dei ministri utilizzati per lo svolgimento del proprio ministero;
  31. Veicoli delle Associazione Sportive appartenenti a Federazioni affiliate al CONI con dichiarazione del Presidente indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato;
  32. Veicoli di coloro che sono tenuti all’ottemperanza di sentenze penali che civili muniti di adeguata attestazione;
  33. Veicoli utilizzati per interventi d’urgenza da funzionari UNEP e da Ufficiali giudiziari della Corte di Appello di Roma, muniti di apposita certificazione della Presidenza della Corte d’Appello stessa.

10 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
Davide, domenica 15 novembre 2015 alle10:20 ha scritto: rispondi »

Blocco delle macchine e metro chiusa da Rebibbia alla Stazione tiburtina. E chi deve andare a lavoro come fa, viene il comune a prenderlo a casa e lo accompagna al luogo di lavoro?

Francesco, sabato 14 novembre 2015 alle12:48 ha scritto: rispondi »

dopo il dieselgate questo provvedimento non produrrà effetti positivi per la bontà dell'aria! il problema non viene risolto mandando a piedi i cittadini! sono i soliti palliativi all'italiana! Poi viste le deroghe...... non comment : se i provvedimenti dei responsabili delle Istituzioni sono queste ......... poi non mervigliamoci dei risultati! saluti

Ugo, giovedì 12 novembre 2015 alle16:21 ha scritto: rispondi »

Finalmente ! Oltre che comunque circolerebbero numerosi veicoli per le numerose eccezioni previste, abbiamo risolto i problemi dell'inquinamento di Roma! Peccato che solo 24 ore dopo ritorneranno....come prima! Però avremo in compenso rovinato la domenica a quelle famiglie che finalmente dopo una settimana di lavoro potevano uscire da questa città e recarsi altrove anche a ....respirare. Ci vuole un genio per capire che il vero problema di Roma sono i Ministeri? Sarebbe "sufficiente" spostarli fuori del Raccordo Anulare (immaginate quante auto, moto, camion, macchine blu, ecc. non avrebbero necessità di circolare dentro Roma dal lunedì alla domenica(!!)). Ma forse non conviene risolvere davvero i problemi dei cittadini......A quando un Sindaco professionalmente

Lascia un commento