Un tempo l’autunno era collegato alle foglie che cadevano dagli alberi e alle prime giornate fresche che davano un po’ di sollievo dopo il caldo estivo. Oggi, con il clima instabile di un pianeta sempre più in difficoltà a causa soprattutto dell’azione dell’uomo, l’avvento dell’autunno è salutato dai meno poetici ma comunque necessari blocchi del traffico.

Ad aprire le danze dando il via a quello che è ormai diventato un appuntamento fisso per molte città, sarà quest’anno Roma, che ha annunciato la partenza delle domeniche a piedi per il 16 novembre, quindi con due settimane di anticipo rispetto a quanto fatto lo scorso anno, quando la misura partì il primo dicembre.

Come sempre la ragione di queste misure è legata alla necessità di mettere un freno agli alti tassi di inquinamento, con i valori di polveri sottili e altre sostanze nocive che rischiano di superare i limiti imposti dalla legge per periodi di tempo abbastanza lunghi. La Giunta capitolina ha quindi deciso di adottare il blocco totale della circolazione nella Fascia Verde.

Fascia Verde a Roma

Complessivamente le domeniche ecologiche saranno quattro e dopo quella del 16 novembre si replicherà il 28 dicembre, in pieno periodo natalizio, il 22 febbraio e il 15 marzo. In questi giorni la circolazione dei mezzi a motore più inquinanti sarà vietata nelle zone interessate dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30, con la sola eccezione riguardante gli autoveicoli elettrici, ibridi, a metano, a GPL e quelli a benzina e diesel Euro 5. Via libera inoltre per i ciclomotori con motore a quattro tempi Euro 2 e per i motocicli con propulsore a quattro tempi Euro 3.

Oltre a promuovere attività ricreative come visite ai musei e al bioparco, il Comune di Roma ha l’intenzione di accompagnare i blocchi del traffico con alcune iniziative che mirano ad incentivare l’uso di servizi ecologici tra cui il bike sharing e il car sharing, oltre a potenziare il trasporto pubblico locale per offrire ai cittadini la possibilità di spostarsi senza subire eccessivi disagi.

10 ottobre 2014
Fonte:
Lascia un commento