Confermato per domenica 31 gennaio 2016 il blocco del traffico a Roma. I livelli di inquinamento della Capitale non sembrano ancora ridursi in maniera sensibile, tanto da spingere il Commissario Tronca a un nuovo provvedimento di limitazione della circolazione all’interno della Fascia Verde.

I livelli di smog a Roma non accennano ad allentare la presa sulla città, tanto da far scattare un nuovo provvedimento di blocco del traffico la prossima domenica. Una disposizione che rientra in quanto stabilito dal Piano di Risanamento Regionale, che prevede lo svolgimento di quattro giornate di stop totale alla circolazione tra novembre 2015 e marzo 2016. La prima di queste disposizioni è stata già attuata lo scorso 15 novembre.

Orari e modalità di svolgimento

Il blocco alla circolazione entro i confini della Fascia Verde sarà in vigore domenica 31 gennaio 2016 dalle 7:30 alle 12:30 e poi di nuovo dalle 16:30 alle 20:30. Saranno soggette allo stop tutte le vetture sino alle Euro 5 (comprese).

Possibili targhe alterne

Non si esclude infine l’applicazione del provvedimento di targhe alterne nelle giornate lunedì 1 e martedì 2 febbraio qualora i livelli di smog non rientrino entro livelli ritenuti tollerabili. Le previsioni al momento non sono confortanti e il via libera al nuovo blocco da parte del Commissario Tronca potrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Deroghe

Sia durante la domenica di blocco totale del traffico che in caso di targhe alterne saranno escluse dallo stop alcune categorie di vetture, soggette a deroga:

  1. Veicoli a trazione elettrica e ibridi;
  2. Veicoli alimentati a metano e GPL;
  3. Autoveicoli ad “accensione comandata” (benzina) Euro 6;
  4. Autoveicoli ad “accensione spontanea” (diesel) Euro 6;
  5. Ciclomotori a due ruote con motori 4 tempi Euro 2;
  6. Motocicli con motori 4 tempi Euro 3;
  7. Vetture in servizio di polizia e di pubblica sicurezza, inclusi servizi di emergenza, anche sociale, oltre a quelli di soccorso, anche stradale, e trasporto salme;
  8. Veicoli per il pronto intervento e la pubblica utilità (es. servizi di manutenzione utenze gas, luce, acqua ecc.) muniti di contrassegno o certificazione del datore di lavoro;
  9. Veicoli della Protezione Civile, per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e adibiti a interventi straordinari per il verde e il mantenimento del decoro urbano;
  10. Autoveicoli per il trasporto collettivo pubblico e privato;
  11. Taxi e servizio di noleggio con conducente;
  12. Autoveicoli adibiti a servizio car sharing, car pooling, “Servizi Piano Spostamenti Casa Lavoro” approvati in base a provvedimenti del Ministero dell’Ambiente e dell’Amministrazione Capitolina;
  13. Veicoli con targa CD, SCV, CV;
  14. Vetture munite di contrassegno per persone invalide;
  15. Autoveicoli per emergenza sanitaria di medici e medici veterinari, in visita domiciliare urgente e muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo Ordine;
  16. Autoveicoli adibiti a trasporto persone sottoposte a terapie indispensabili;
  17. Veicoli per il trasporto di persone sottoposte a misure di sicurezza;
  18. Trasporto di generi alimentari deperibili, distribuzione della stampa periodica e di invii postali;
  19. Veicoli non oltre le 3,5 tonnellate di peso adibiti a trasporto medicinali, materiale sanitario per uso urgente e trasporto valori;
  20. Veicoli che trasportano persone che partecipano a cerimonie religiose programmate in data precedente a quella dell’ordinanza del Commissario (9 novembre 2015), munite di appositi inviti o di attestazioni rilasciate dai ministri officianti;
  21. Veicoli degli operatori per l’informazione quotidiana in servizio, muniti del tesserino di riconoscimento e dell’attestazione della redazione;
  22. Veicoli in servizio di turno utilizzati dai controllori del traffico aereo di Ciampino e Fiumicino con certificazione ENAV;
  23. Autoveicoli e motoveicoli di lavoratori la cui posizione della sede di lavoro renda impossibile il ricorso ai mezzi del servizio pubblico e in possesso di attestazione del datore di lavoro;
  24. Automezzi adibiti ai lavori nei cantieri delle linee metropolitane in costruzione;
  25. Veicoli o mezzi per il trasloco le cui autorizzazioni all’occupazione del suolo pubblico sono state precedentemente approvate dagli uffici competenti;
  26. Veicoli di imprese in servizio per conto di Roma Capitale o per conto di Aziende di sottoservizi che eseguono interventi programmati;
  27. Veicoli utilizzati per la realizzazione di iniziative promosse o patrocinate da Roma Capitale muniti di apposita documentazione rilasciata dagli Enti competenti;
  28. Veicoli utilizzati nell’organizzazione di manifestazioni per le quali sono stati in precedenza rilasciati atti concessori di occupazione di suolo pubblico;
  29. Veicoli dei commercianti ambulanti domenicali, utilizzati solo per motivi di lavoro e nelle tratte da e per il domicilio;
  30. Veicoli dei sacerdoti e dei ministri utilizzati per lo svolgimento del proprio ministero;
  31. Veicoli delle Associazione Sportive appartenenti a Federazioni affiliate al CONI con dichiarazione del Presidente indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato;
  32. Veicoli di coloro che sono tenuti all’ottemperanza di sentenze penali che civili muniti di adeguata attestazione;
  33. Veicoli utilizzati per interventi d’urgenza da funzionari UNEP e da Ufficiali giudiziari della Corte di Appello di Roma, muniti di apposita certificazione della Presidenza della Corte d’Appello stessa.

26 gennaio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
giuseppe, venerdì 29 gennaio 2016 alle8:21 ha scritto: rispondi »

buongiorno a tutti. ma chi organizza questi blocchi , fa verificare poi chi usa in questi giorni i permessi per disabili? (magari andrebbe fatto anche gli altri giorni, sulla corsia per i bus sulla nomentana, alle 8 di mattina, sono più le ragazzette in smart, col permesso, degli autobus e dei taxi) e tutte le fiat uno, le vecchie panda, e anche qualche 127 con impianti a gpl montati 20 anni fa che in questi giorni circolano perchè sono ecologici? oltre al fumo azzurrino, quasi tutte circolano a benzina perchè gli impianti a gpl vecchi creano, giustamente, molti problemi. e gli orari? perchè non bloccare dalle 7 alle 22? ah, già, dimenticavo che i commercianti devono tornare a casa a pranzo.............. non dimentichiamo, invece, che chi può si muove (e fa muovere i familiari) con le macchine di servizio buona giornata a tutti da chi ha una euro 5 molto inquinante........................

Lascia un commento