Personaggio simbolo della tradizione natalizia anglosassone l’omino di gingerbread, o pan di zenzero, deve la sua fama alle leggende e alle fiabe a cui è legato. Misteriose le sue origini tanto che alcuni collegano la sua presenza alla corte della regina Elisabetta I, regnante ironica e giocosa solita donare ai cortigiani focacce con le dimensioni dell’omino.

Altri alla Germania del XVI secolo, maestra nella produzione dolciaria del tempo, e infine alle fiabe ottocentesche dei fratelli Grimm che ne diffusero l’immaginario in tutto il mondo. Gustoso prodotto dolciario deve la sua realizzazione a un mix sapiente di spezie, per una ricetta vegetariana molto saporita.

Da sempre ambito dai bambini è il classico legame con l’infanzia, con le luci dell’albero e la serenità tipica dell’atmosfera di Natale. Il suo è un ruolo poliedrico, non solo dolce ma anche gioco e decorazione dell’albero. Da anni il biscotto a forma di omino ha subito mutazioni dolciarie, e la ricetta vegetariana si è impreziosita di altre figure.

Non solo il classico gingerbread, ma anche cuori, stelline, casette, ma ciò che non varia è il sapore e il profumo intenso delle spezie. Primo tra tutti lo zenzero, forte, aromatico e gustoso, in compagnia di cannella, chiodi di garofano e noce moscata.

Se l’origine dei biscotti è misteriosa di certo non lo sono gli ingredienti per la realizzazione, piuttosto semplici e facili da recuperare. In alcune zone il miele viene sostituito con la melassa, oppure lo zucchero o ancora il mosto cotto; mentre in altre, come anticipato, a cambiare è la forma da semplici omini a biscotti di formato differente fino a vere e proprie casette di pan di zenzero.

Ingredienti per i Biscotti allo Zenzero

Per prepararli procuratevi lo stampino dell’omino, o della forma che più vi piace, quindi acquistate i seguenti ingredienti:

  • 400 g di farina 00;
  • 150 g di miele (o melassa);
  • 150 g di zucchero di canna;
  • 100 g di burro o margarina;
  • 1 uovo;
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere;
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere;
  • mezzo cucchiaino di chiodi di garofano;
  • mezzo cucchiaino di noce moscata;
  • sale q.b;
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato (a scelta).

Per realizzare la glassa

  • 1 albume;
  • 200 g di zucchero a velo;
  • coloranti alimentari;
  • zuccherini decorativi.

Biscotti allo Zenzero: preparazione

Versate in una grossa ciotola, o nel mixer per dolci, il burro leggermente ammorbidito per pochi minuti a bagnomaria, miele, zucchero, sale, spezie, farina e bicarbonato. Azionate il robot per mescolare, oppure procedete con il cucchiaio mixando il tutto.

A questo punto unite l’uovo e lavorate il tutto con le mani, così da ottenere un panetto morbido, compatto ma non troppo molle. Avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per circa due ore scarse. Nel frattempo preparate il piano di lavoro versando della farina sul tavolo pulito, quindi stendete il panetto con il mattarello e create una sfoglia non troppo sottile di circa 5 massimo 7 millimetri.

Create i biscotti imprimendovi le formine, e aiutandovi con il coltello, quindi adagiateli sulla teglia coperta con la carta da forno. Cuocete per circa 15 massimo 20 minuti a 180°. A parte preparate la glassa montando a neve l’albume e incorporandovi lo zucchero a velo, quindi aggiungendo il colorante per alimenti prescelto (o lasciandolo al naturale se preferite il bianco). Inserite la glassa nella sac à poche (o tasca da pasticcere) con una bocchetta decorativa sottile, quindi procedete decorando i biscotti a piacere e rifinendo con gli zuccherini decorativi.

Se non riuscite a trovare la sac à poche potete realizzarla arrotolando a cono la carta da forno, e creando un’apertura molto sottile; oppure utilizzando un sacchetto per il gelo a cui avrete forato (o tagliato) un angolo e creato una piccola apertura. Un consiglio: se non amate il burro potete sostituirlo con poco olio EVO oppure di arachidi.

Riepilogo
Nome
Biscotti allo Zenzero
Pubblicata il
Tempo di Preparazione
Cottura
Tempo

12 dicembre 2013
I vostri commenti
Martina, giovedì 3 dicembre 2015 alle23:14 ha scritto: rispondi »

Quanti biscotti vengono con queste dosi?

Lascia un commento