Dalla birra un aiuto naturale per la fertilità maschile

Eccedere con l’alcol non è affatto salutare, tuttavia qualche birra potrebbe rivelarsi un vero aiuto naturale per aumentare la fertilità negli uomini. Almeno è questo che afferma uno studio che è stato realizzato dalla Fondazione Policlinico di Milano.

Secondo la ricerca gli antiossidanti contenuti nell’uva e nel luppolo, da cui si ricavano rispettivamente vino e birra, potrebbero stimolare la fertilità. Il tutto sarebbe opera di una sostanza chiamata xantumolo, che può migliorare gli spermatozoi proteggendo le cellule da eventuali danni. La dottoressa Elena Ricci, a capo della ricerca, ha spiegato:

Abbiamo scoperto che gli uomini che consumavano da 4 a 7 bicchieri di birra a settimana potevano contare su un volume spermatico più elevato e su un numero più alto di spermatozoi rispetto agli uomini che bevevano meno birra. Abbiamo così concluso che l’assunzione moderata di alcol sembrerebbe essere associata positivamente alla qualità dello sperma.

=> Scopri i falsi miti più diffusi sulla birra

Lo stesso discorso varrebbe per una bottiglia di vino, sempre consumata nell’arco della settimana. I risultati dello studio sono giunti, dopo che gli esperti hanno condotto un’indagine che ha coinvolto 323 uomini, riguardo proprio al loro consumo di alcolici settimanale.

Gli scienziati fanno notare che naturalmente l’associazione tra assunzione di alcol e funzione riproduttiva maschile è ancora parecchio controversa. Diversi studi avrebbero mostrato che il consumo eccessivo di alcol può essere collegato anche a effetti dannosi, controproducenti.

=> Leggi perché la birra aiuta a prevenire il diabete

C’è anche da considerare il modo in cui le unità alcoliche sono calcolate nei vari Paesi. Per esempio in Italia un’unità alcolica è rappresentata da 8 grammi di alcol, mentre invece per esempio nel Regno Unito un’unità corrisponderebbe a circa 12,5 grammi.

Per quanto riguarda in particolare la birra, i ricercatori si riferiscono a delle unità di consumo che sarebbero pari a circa 7 bottiglie da 330 ml. Tenendo conto di questi valori di riferimento gli studiosi hanno potuto vedere che gli uomini che consumavano tale quantità avevano maggiore probabilità di avere una partner in stato di gravidanza.

18 luglio 2018
Lascia un commento