Le potenzialità del biogas sono infinite. Grazie all’energia generata dai rifiuti è infatti possibile non soltanto riscaldare casa o cucinare, ma anche fornire carburante pulito, rinnovabile ed economico alle auto.

Delle prospettive del biogas si parlerà il prossimo 13 ottobre a Milano, nell’ambito di un forum promosso da Consorzio Italiano Compostatori, Innovhub e Comieco. Il meeting vedrà, tra gli altri, la partecipazione del GSE, il Gestore dei Servizi Energetici, chiamato a chiarire i decreti ministeriali in materia di biogas.

Le caratteristiche del nuovo combustibile ottenuto dagli scarti verranno illustrate nel corso dei lavori del forum. Secondo quanto anticipato dal CIC, questo innovativo carburante è frutto di un ulteriore processo di raffinazione del biogas. Quando la frazione organica viene riciclata, sfruttando la digestione anaerobica, si riesce sia a recuperare materie prime ancora utili per altri processi industriali, sia energia pronta all’uso.

Alle potenzialità del biometano è molto interessata anche la FIAT, che prenderà parte al convegno con i rappresentanti del suo centro ricerche, chiamati a illustrare le applicazioni del biocombustibile nel segmento dell’autotrazione.

L’interesse crescente del mondo industriale fa capire quanto questo sia un momento davvero favorevole per i biocarburanti. Secondo gli addetti al settore, il comparto del biogas ha infatti finalmente ricevuto un segnale forte dal Governo italiano che ne accelererà lo sviluppo nei prossimi mesi, grazie a un sistema di incentivazione forte e stabile.

Da dicembre del 2013 la produzione di biogas in Italia è sostenuta da incentivi che premiano soprattutto le aziende che utilizzano i rifiuti organici urbani per generare energia.

La scelta di appoggiare i produttori più virtuosi non è casuale: le città hanno spesso a che fare con oneri eccessivi dovuti allo smaltimento dei rifiuti organici. Bisogna dunque premiare chi riesce a trasformare un problema in una fonte di guadagno. A sottolinearlo è lo stesso direttore del CIC, Massimo Centemero:

Occorre iniziare a vedere anche il rifiuto organico non solamente come uno scarto bensì come una risorsa. Il programma del Forum mostra come il trattamento dei rifiuti organici sia un settore industriale maturo, che contribuisce in maniera significativa al successo delle raccolte differenzate in Italia.

Il settore inoltre è in costante evoluzione con enormi potenzialità di crescita e opportunità di sviluppo: il biometano e le bioplastiche rappresentano un esempio.

9 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Franco, lunedì 2 maggio 2016 alle8:58 ha scritto: rispondi »

Esiste gia' chi recuperando le cialde usate del caffe' riesce a produrre energia?

Lascia un commento