Biomateriale dalle fibre del legno: più robusto della seta dei ragni

La seta di ragno ha da tempo il titolo di biomateriale più forte in assoluto, così gli scienziati hanno cercato di sfruttarla, imitarla e persino migliorarne la composizione per anni. Ora, i ricercatori del KTH Royal Institute of Technology hanno sviluppato un nuovo biomateriale con nanofibre di legno che ruba alla seta dei ragni tale record: è il più forte di sempre.

Il legno è uno dei materiali più robusti in natura, ma ciò non significa che non possa essere reso ancora migliore. I ricercatori hanno recentemente “addensato” il materiale per creare quello che chiamano “super legno”, e il precedente lavoro del team KTH ha reso le fibre di legno forti come l’acciaio.

=> Scopri il super legno, forte come l’acciaio


Ora sono state sviluppate le nanofibre di cellulosa, minuscole fibre che si uniscono per rendere le pareti cellulari del legno forti e rigide e il cui assemblaggio su scala nanometrica ha consentito ai ricercatori di costruire il materiale più forte che esista.

=> Scopri il super legno dagli USA che potrà sostituire l’acciaio


I ricercatori hanno utilizzato una tecnica di assemblaggio “flusso-assistita” che ha previsto la sospensione delle nanofibre del legno in acqua, attraverso canali di appena 1 mm di larghezza nei quali scorre acqua deionizzata e a basso pH, aiutando le nanofibre di cellulosa ad allinearsi e organizzarsi. Il materiale ottenuto è forte, rigido, leggero e grande abbastanza per l’uso pratico, ed è quello che il team afferma di essere il biomateriale più forte realizzato finora.

15 maggio 2018
Lascia un commento