L’AEEG ha approvato le nuove regole per la connessione degli impianti di biometano alle reti del gas naturale e per la determinazione degli incentivi. Le direttive sono contenute nella delibera 46/2015/R/gas, pubblicata dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, a seguito della riunione del 12 febbraio 2015.

Le norme per la prima attuazione delle nuove direttive sono state formulate nella riunione dello scorso 7 maggio e diffuse nella delibera 210/2015/R/GAS. L’AEEG spiega che l’obiettivo del provvedimento è di favorire l’utilizzo del biometano su tutto il territorio, indipendentemente dalla localizzazione geografica dell’impianto produttivo.

Al GSE spetterà il compito di certificare e misurare la quantità di biometano che può usufruire degli incentivi. Il produttore che vorrà avvalersi del ritiro dedicato dovrà presentare apposita domanda al GSE, utilizzando i moduli messi a disposizione sul sito del Gestore dei Servizi Energetici. Il GSE potrà applicare degli oneri per far fronte ai costi amministrativi. Il ritiro va richiesto per l’intera quantità immessa in rete, salvo eventuali quote destinate all’autoconsumo.

Il GSE dovrà vendere il biometano ritirato a condizioni di mercato, indicendo se necessario procedure concorsuali. In assenza dei requisiti richiesti per usufruire del ritiro dedicato, il produttore potrà vendere direttamente o indirettamente il biogas a un utente del bilanciamento che sarà tenuto a effettuare la nomina dei quantitativi di competenza presso uno dei punti di entrata.

L’AEEG ha definito gli obblighi a cui sono chiamati il responsabile del bilanciamento, le altre imprese di trasporto e le imprese di distribuzione. Per permettere l’attuazione delle nuove norme, riducendo le spese amministrative, il GSE dovrà predisporre un portale informatico dedicato, contenente istruzioni chiare ed esaustive.

Il Gestore comunicherà al responsabile del bilanciamento l’avvio delle procedure per la connessione degli impianti di biogas, specificando presso quale rete di distribuzione verrà effettuato l’allacciamento. Il GSE è inoltre tenuto a comunicare all’AEEG gli esiti delle verifiche effettuate sugli impianti dei produttori che hanno deciso di richiedere il ritiro dedicato.

11 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento