Al via il processo ai genitori del bimbo di 7 mesi morto a causa della dieta senza glutine e lattosio a cui era sottoposto. Il piccolo pesava appena 4 chili al momento del decesso, poco più del peso che dovrebbe avere un neonato alla nascita, che sarebbe avvenuto per fame e disidratazione. Madre e padre del piccolo sono ora sotto accusa per aver somministrato al proprio figlio alimenti inadatti allo sviluppo, tali da indurne la morte.

=> Leggi la storia della bambina di 2 anni in rianimazione, dieta vegana sotto accusa

La vicenda è avvenuta in Belgio, più precisamente a Beveren (vicino Anversa), dove i genitori del piccolo Lucas conducono un negozio di alimenti naturali. I due avrebbero autodiagnosticato, senza quindi ricorrere ad alcun test medico o al consulto con uno specialista, un’intolleranza del piccolo a glutine e lattosio.

Sempre senza consultare un pediatra avrebbero somministrato una dieta “gluten-free” e senza latticini al bambino di 7 mesi. I medici che hanno eseguito l’autopsia sul bimbo avrebbero trovato lo stomaco vuoto e nel corpo gravi segnali di disidratazione.

=> Leggi perché il tribunale ha tolto ai genitori un bimbo di un anno a causa della dieta vegana

Secondo quanto riportato la dieta somministrata dai due comprendeva quinoa e vari tipi di latte vegetale (riso, avena, semola, grano saraceno). Anche quando il piccolo aveva ormai difficoltà respiratorie i genitori non lo avrebbero condotto presso una struttura sanitaria di pronto soccorso, ma da un omeopata. I due avrebbero inoltre dichiarato:

Non siamo mai andati da un medico perché non abbiamo mani notato nulla di strano. Lucas a volte prendeva peso, altre volte ne perdeva un po’. Non volevamo che nostro figlio morisse.

I pubblici ministeri belgi hanno chiesto una condanna a 18 anni di reclusione per i genitori di Lucas, rimarcando il fatto che nessun pediatra avesse mai visitato il piccolo e che la condotta dei due avrebbe direttamente portato alla sua morte prematura. Come ha dichiarato un medico, consulente del tribunale:

I tipi di latte con cui è stato alimentato Lucas, e che si possono comprare in tutti i supermercati, non contengono le proteine, i minerali e le vitamine necessarie per i bambini.

19 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Liv, sabato 20 maggio 2017 alle22:54 ha scritto: rispondi »

Infatti, notizia strana, come molte altre che vengono diffuse in modo inesatto. Ogni tanto escono notizie allarmanti e inesatte, che non contengono tutti i dettagli sulle reali cause dei problemi o delle morti, perchè alcuni tipi di diete curano realmente molti disturbi, come è successo a me che ho ritrovato una salute quasi perfetta solo con un nuovo regime alimentare dopo anni di disturbi che mi avevano reso una invalida... , le cure con le diete di vario tipo, ovviamente vanno seguite nel modo giusto, e funzionano davvero, ma contrastano con gli interessi economici di moltissimi medici, terapisti vari, industrie farmaceutiche e altri che sulle malattie della gente ci campano e a cui non va a genio che le persone trovino rimedi semplici e poco costosi.

stefano, sabato 20 maggio 2017 alle16:43 ha scritto: rispondi »

Normalmente entro i primi sette mesi non si introduce alimenti con il glutine. E comunque gli alimenti senza glutine sono più energetici. E' una notizia strana

Sonia, sabato 20 maggio 2017 alle8:19 ha scritto: rispondi »

Ma i problemi saranno stati altri non di certo la mancanza di glutine e lattosio!!A 7 mesi gli si danno ancora cereali senza glutine!!!

Lascia un commento