Mentre giocava sulla spiaggia di Indian Shores Beach a Tampa, in Florida, una bambina si è imbattuta nella presenza di un oggetto singolare lanciato dalla bocca di un gabbiano. Dalla colorazione arancione, simile a un bastoncino, la piccola ha inizialmente pensato fosse una patatina da sgranocchiare. Osservandolo più da vicino, però, si è resa conto come, in realtà, si trattasse di un minuscolo cavalluccio marino.

Prontamente ha riempito un secchiello con acqua di mare e l’ha depositato al suo interno, allertando contemporaneamente la madre. La donna ha così contattato il Clearwater Marine Aquarium (CMA) e un team di volontari si è presentato sul posto per recuperare il piccolo natante.

=> Scopri la fuga del polpo dall’acquario


Ribattezzato Cheeto, in onore della somiglianza con la patatina, il cavalluccio marino è stato inserito in quarantena all’interno di un ambiente marino che potesse replicare il suo habitat naturale. Dopo una serie di osservazioni e controlli, è emerso come il piccolo fosse in realtà una femminuccia, probabilmente prelevata dal gabbiano mentre era alle prese con la ricerca del cibo. I cavallucci marini sono soliti spingersi dove vi è maggiore presenza di gamberetti, quindi in prossimità di anfratti con spugne colorate. Per evitare i predatori si camuffano assumendo le tonalità dell’ambiente circostante, e in questo caso i colori delle spugne stesse. Raccolto e poi gettato dal gabbiano, perché troppo duro per via della struttura ossea, non avrebbe avuto nessuna chance di vita. Solo due minuti di sopravvivenza fuori dall’acqua, la tempistica che la bambina inconsciamente ha sfruttato al meglio salvandolo da morte certa.

=> Scopri il gabbiano legato a un petardo


Per monitorare le evoluzioni dell’animale, è stata installata una webcam davanti al suo acquario, consultata con frequenza dai tanti seguaci della pagina social del CMA e dagli stessi biologi. A una settimana di distanza la piccola ha mangiato e ha cambiato colore, assumendo le tonalità dello spazio circostante. Il suo è stato un recupero rapido e ottimale, così la struttura ha deciso di riconsegnare giustamente il cavalluccio al mare e alla sua vita libera.

24 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento