BikeMi, il bike sharing di Milano vola ad alti livelli: dopo aver raggiunto il record di prelievi in agosto di quest’anno, arrivando ad oltre 131 mila, segna nuove conquiste. Ha preso il via questo week end Junior BikeMi, lo sharing per le due ruote dedicato ai più piccoli, bambini dai 5 agli 11 anni, proprio durante la Settimana Europea della Mobilità sostenibile.

L’inaugurazione dello Junior BikeMi è avvenuta alla presenza del sindaco Giuliano Pisapia, dell’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran e di Sergio Verrecchia, Contracts, Development & Bike sharing director di Clear Channel, la società che ha fornito le bici.

Per adesso in via sperimentale sono state rese disponibili 21 mini city bike presso Piazza Castello, vicino all’allestimento provvisorio dell’isola pedonale “Nevicata 14″. Non basta però perché vicino è stata aggiunta anche un’ulteriore stazione per le biciclette tradizionali, che adesso in totale sono 255.

Milano sempre più green dunque e ora il servizio è reso più fruibile anche per famiglie. Disponibile durante il weekend, gratuito, permetterà a genitori e figli di poter girare all’interno del Parco Sempione. Il progetto prevede però una continua implementazione del servizio, come spiega Sergio Varecchia:

L’intenzione è di offrire una piccola e simbolica opportunità di educazione ambientale ai milanesi del futuro per una città sempre più ecosostenibile. È una prima sperimentazione che potrà a breve allargarsi anche con altre stazioni.

Milano è la prima città italiana ad aver pensato ad un servizio di questo genere. Negli ultimi tempi ha reso più completo il suo servizio con l’acquisto di 1000 e-bike, a pedalata assistita e con la collaborazione con EXPO, per il quale ha previsto l’acquisto dell’abbonamento abbinato al biglietto d’ingresso a Rho Fiera ad un prezzo scontato. Proprio sabato mattina il numero degli abbonamenti è arrivato al numero record di 40 mila. Entusiasta il commento del sindaco:

Dopo il bike sharing per adulti che si è esteso a tutta la città, dopo le mille biciclette a pedalata assistita e lo scooter sharing, era doveroso pensare anche ai bambini. A Milano è nato e sta crescendo un nuovo modello di mobilità in condivisione, che si differenzia non solo per i numeri, ma anche e soprattutto per la qualità dei servizi messi in campo.

Mentre l’assessore Pierfrancesco Maran guarda al futuro e analizza i dati con soddisfazione:

BikeMi cresce ancora, dimostrandosi un sistema solido e tra i più avanzati a livello europeo. È anche grazie al bike sharing se le persone che scelgono le due ruote per muoversi sono in continuo aumento.

21 settembre 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento