Il BiciDay non verrà annullato. Lo afferma Corrado Clini, che smentisce le voci secondo cui lo stesso dicastero dell’Ambiente avrebbe cancellato la Giornata nazionale della bicicletta. Il ministro torna però a chiedere impegni concreti dopo l’esempio rappresentato dalla manifestazione del 28 aprile #Salvaiciclisti.

Contro il BiciDay il ministro Corrado Clini si sarebbe espresso in questi termini, animando da subito la discussione. Alla base delle dichiarazioni sarebbe stata la coincidenza della data scelta, il 13 maggio, con una festività domenicale:

Questo governo non deve organizzare festicciole, ma fatti concreti: non iniziative di facciata, ma interventi che incidano realmente sul Paese.

La posizione di Clini sarebbe stata accolta con favore dalla FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), che anzi avrebbe chiesto allo stesso ministro dell’Ambiente di annunciare quanto prima quali iniziative concrete avviare per rilanciare la questione della mobilità a pedali:

Affinché un simile annuncio non costituisca fonte di nuovi alibi non più tollerabili, ci dicano il ministro Clini e il governo quali iniziative concrete vogliono intraprendere per promuovere la mobilità dolce e quali specifiche politiche intendono adottare per la mobilità ciclistica, a partire dalla piena attuazione dell’appello #Salvaiciclisti.

Nel commento rilasciato a margine della presentazione de “I 100 progetti. Ricerca e innovazione per lo sviluppo dell’energia rinnovabile e dell’efficienza energetica” al Politecnico di Milano, il ministro Clini si è detto disponibile alla definizione di una data opportuna per lo svolgimento del BiciDay, definendo le voci su una possibile cancellazione come inconsistenti: “Non ho mai rilasciato dichiarazioni di questo genere, ma qualcuno ha fatto il furbo”.

Non si ferma nel frattempo la macchina organizzativa dei cicloamatori e dei sostenitori della mobilità sostenibile. Il 3 giugno si svolgerà a Torino il “Bike Pride”, mentre il 16 giugno il movimento #Salvaiciclisti porterà le sue ruote in Reggio Emilia. In attesa degli Stati Generali della Bicicletta, previsti per metà settembre sempre nel capoluogo emiliano.

Fonti: Adnkronos | La Repubblica

7 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento