Una bici che vale oro. I dati diffusi dalla European Cyclists’ Federation, in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile, parlano chiaro: la bikenomics, l’economia delle due ruote, in Europa genera un giro d’affari di ben 200 miliardi di euro all’anno.

La costruzione e la vendita di bici da sola movimenta 18 miliardi di euro ogni anno. Il cicloturismo ne mette in circolo altri 44. Un settore che meriterebbe senz’altro maggiore attenzione da parte delle amministrazioni locali in un momento di crisi occupazionale così grave come quello che sta attraversando l’Europa. Basti pensare che investire nella realizzazione di piste cicloturistiche frutta un indotto annuo compreso tra i 110 mila e i 350 mila euro per ogni km.

Investire un miliardo di euro in ciclabilità genera 21.500 nuovi posti di lavoro. Puntare sulla ciclabilità ripaga sia gli amministratori che i cittadini: per un investimento medio pro capite di 56 euro il ritorno economico è pari a 400 euro pro capite. Andare in bici al lavoro è una scelta che da sola frutta un risparmio del 16-20% dello stipendio.

I benefici della bici sono evidenti però anche e soprattutto a livello sanitario e ambientale. I costi socio-economici delle malattie da inquinamento, grazie all’incremento dell’utilizzo delle due ruote per gli spostamenti, calano, con risparmi consistenti per le casse pubbliche e un netto miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Già oggi l’Europa ha risparmiato 110 miliardi di euro grazie all’incremento dell’utilizzo della bici.

Molti Paesi europei stanno disincentivando l’utilizzo delle quattro ruote, penalizzando in special modo l’acquisto dei modelli più inquinanti. I Paesi Bassi hanno tassato l’acquisto dei veicoli a motore, reinvestendo i proventi in mobilità sostenibile.

In Italia la situazione non è invece delle migliori. Le città sono ancora troppo congestionate e i ciclisti non hanno vita facile, a causa della mancanza di piste ciclabili sicure e facilmente praticabili. Ogni anno il traffico costa al nostro Paese perdite per 50 miliardi di euro.

16 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento