I fanali della bici, un elemento indispensabile se ci si muove in ore serali. Spesso costosi e difficili da montare, sono uno degli elementi che più spesso viene rubato in città. Per ovviare a questi e altri problemi di efficienza, il designer Emanuele Pizzolorusso ha creato per l’azienda italiana Palomar il set di luci magnetiche portatili Lucetta.

Testate anche su strade accidentate, il set di fanali a led Lucetta è composto da due cilindri di due centimetri ciascuno, con una banda magnetica sulla parte posteriore: questo permette di sfruttare il magnetismo sia per fissare le luci alla struttura della bici, che come strumento di induzione.

Le due luci, bianca per la parte anteriore e rossa per la posteriore, si attivano e disattivano semplicemente avvicinandole alla struttura: in questo modo, il ciclista può attaccarle assieme e portarle con sé una volta finito il proprio percorso.

Il set di fanali Lucetta permette di avere un fascio di luce sufficientemente ampio da coprire le distanze di sicurezza: possono inoltre attivare un raggio fisso o lampeggiante, più lento o più veloce, secondo le necessità di chi guida.

Progettate per inserirsi perfettamente fra gli oggetti di uso comune come le chiavi o il portafogli, anche il prezzo pensato da Palomar è alla portata delle tasche di tutti: 25 dollari (circa 18 euro) per set, disponibili nei tre colori bianco, nero e rosso.

LUCETTA, magnetic bike lights from Palomar on Vimeo.

4 dicembre 2013
Fonte:
I vostri commenti
simone, venerdì 17 gennaio 2014 alle22:16 ha scritto: rispondi »

Più che altro te le fregano in un batter d'occhio!

Antonio, giovedì 5 dicembre 2013 alle5:49 ha scritto: rispondi »

Salve, queste luci vanno bene per le bici vecchie visto che l' alluminio e il carbonio non sono magnetici. Ricordo che le bici in acciaio non esistono quasi più. Ricordo poi visto che ci siamo che il codice della strada prevede la dinamo !!!!!!!!!!!!! Cordiali Saluti

Alessandro, mercoledì 4 dicembre 2013 alle21:13 ha scritto: rispondi »

Le biciclette moderne sono quasi campletamente fatte con alluminio o carbonio. Tutti materiali sui quali le lucettine di questo articolo possono attaccare soltanto se ce le incolli. Come invenzione lascia un poco a desiderare.

Lascia un commento