La bicicletta è certamente il mezzo di trasporto più pratico ed ecologico per muoversi in città. Non produce gas di scarico nocivi per l’ambiente, non contribuisce alla creazione della fastidiosa cappa di smog e, fatto di certo non da poco, combatte problemi di salute come il sovrappeso, la cattiva circolazione e lo stress. Eppure, nonostante tutte queste prodigiose capacità, il mondo del ciclismo rimane per molti ancora un segreto. Colpa della pigrizia, della diffidenza o della comodità dell’automobile, è molto difficile convincere gli irriducibili del motore a provare la pedalata. Una società inglese, tuttavia, ha trovato un modo che potrebbe attirare le attenzioni anche degli oppositori più incalliti.

>>Scopri i benefici della bicicletta per gli italiani

Stiamo parlando di un singolare sellino, adatto sia per uomini che per donne, dalle curiose capacità vibranti. Prodotto e commercializzato dalla catena per adulti inglese SexShop365, il sellino in questione è un vero e proprio vibratore da biciclette: basta sostituirlo a quello in dotazione sul proprio mezzo, per rendere la pedalata particolarmente erotica. Così spiega la campagna per il lancio promozionale:

Porta la tua pedalata a più alti picchi di piacere con l’Happy Ride Vibrating Bike Seat, un sellino nero superbamente creato, che incorpora una stimolazione a vibrazione mentre ti muovi in bicicletta. Realizzato in etilene vinil acetato e nylon nero per la superficie esterna, questo dispositivo prevede un controllo da tasca a cui si aggiunge un potente vibratore da sellino. Può essere utilizzato sia da uomini che da donne per raggiungere quel piacere in più dal divertimento della bicicletta.

Il mondo dell’oggettistica per adulti – non è di certo un segreto – è popolato dai più strani e curiosi dispositivi, quindi non stupisce che qualcuno abbia avuto l’idea di rendere sexy anche uno strumento comune quale il sellino di una bicicletta. Quale sia l’impatto in termini ambientali non è ben dato sapere, nonostante questo tutte le testate green più quotate ne stanno parlando e c’è anche chi, sui social network, ha ammesso candidamente di volersene procurare un esemplare. Insomma, da oggi non ci sono più scuse per non andare in bicicletta. E se sulla pista ciclabile si incontrerà qualche sportivo dal sorriso fin troppo sospetto, sarà facile ipotizzarne il perché.

27 luglio 2013
Fonte:
I vostri commenti
Albert, mercoledì 31 luglio 2013 alle11:09 ha scritto: rispondi »

....ma per favore!! ........

Lascia un commento