Benessere e relax per gli italiani in bici. Queste le due motivazioni che più spingerebbero i ciclisti d’Italia a prendere la loro due ruote e andare in giro per le città e i piccoli centri. Ancora secondario l’utilizzo per gli spostamenti necessari, ad esempio da e verso il luogo di lavoro, ma ricorso alla bicicletta che si conferma in continua crescita.

Dal sondaggio telefonico condotto da Beltè su 1000 individui risulta come il 60% degli intervistati si dichiara spinto all’utilizzo della bicicletta per migliorare la propria forma fisica, mentre il 49% la sceglie per il rispetto dell’ambiente e il 36% per un maggiore contatto con la natura. Motivazioni che però si scontrano con i limiti a cui spesso sentono di essere vincolati i ciclisti italiani. Tra questi nelle prime posizioni troviamo il comportamento spesso scorretto degli automobilisti (39%) e la carenza di piste ciclabili e corsie riservate nei grandi centri abitati (27%).

Dai dati riguardanti la frequenza di utilizzo emerge poi come l’impiego della bici sia per lo più saltuario nel 53% degi casi. Pari il numero di coloro che la scelgono per la maggior parte degli spostamenti giornalieri e di quelli che invece pedalano solo in particolari occasioni (19%). La spiegazione è presentata con i dati relativi alle motivazioni che portano a scegliere la due ruote a pedali.

La maggioranza vede nella bici il mezzo ideale per una passeggiata all’interno dei parchi cittadini nel fine settimana (32%), la metà (16%) coloro che la usano con regolarità per gli spostamenti urbani. Andare a fare la spesa e mantenere la forma fisica rappresentano la fonte di “ispirazione” per il 15%. Aumentando le possibili risposte il numero di coloro che punta al proprio benessere fisico sale al 38%, poco sopra chi cerca un maggiore rilassamento mentale (36%).

Importanti infine i dati sui valori per i quali i ciclisti italiani decidono di mettersi sui pedali. Il 32% lo fa per rispettare l’ambiente, che comprende anche quel 15% che vuole stare a contatto con la natura e il 6% che vuole contribuire a ridurre lo smog cittadino. Salute e benessere i più importanti per il 20% degli intervistati, un mezzo facile da portare e divertente per il 10%, mentre per il 9% è il principale mezzo di trasporto.

26 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento