Portare la bicicletta in metro per spostarsi da diversi punti della città: si farà a Torino,dove l’assessore ai trasporti ha annunciato l’avvio di un progetto sperimentale che si basa sull’intermodalità, ovvero sulla possibilità di sfruttare in modo combinato i mezzi di trasporto meno inquinanti per i propri spostamenti.

La sperimentazione partirà il 20 luglio e durerà fino al 30 novembre, con la possibilità di portare la propria bicicletta sulla metropolitana automatica di Torino, esclusivamente la domenica mattina dalle 8 alle 14. L’annuncio è stato dato da Claudio Lubatti, assessore ai Trasporti per il Capoluogo piemontese, che ha scritto sul suo profilo Twitter:

Dal 20 luglio 2014 le biciclette entrano in metropolitana! Parte la sperimentazione, a breve i dettagli.

Ogni metro sarà dotata di un vagone dedicato alle biciclette: i torinesi dunque potranno portare fino a quattro bici su ogni treno, con un costo aggiuntivo di 50 centesimi.

Una sperimentazione che riprende l’esempio di città come Milano, Roma e Napoli, in cui la bicicletta si può portare sulla metropolitana in modo più o meno regolare.

Nel Capoluogo meneghino si può portare la bicicletta sulla metropolitana metropolitana nei giorni feriali, dall’inizio del servizio fino alle 7 del mattino, dalle 10.30 alle 16.00, dalle 20.00 fino alla fine del servizio, mentre nei giorni festivi è possibile farlo per tutto il giorno, così come ad agosto.

Nella Capitale la bici si può portare nei giorni feriali dopo le 20, mentre il sabato e nei giorni festivi per tutto il servizio, sulla prima carrozza: le biciclette pieghevoli, invece, possono essere trasportate ogni giorno.

Infine Napoli, dove possibile caricare le bici sulla metro solo dall’inizio del servizio fino alle 7.00 e dopo le 20.00.

16 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento