L’industria delle quattro ruote ha preso coscienza di quanto ci sia bisogno di affrontare un percorso d’evoluzione legato al concetto di mobilità. Non solo dal punto di vista delle prestazioni e della sostenibilità dei veicoli, ma anche per quanto riguarda una sorta di approccio intermodale. In altre parole ci sono occasioni in cui è meglio abbandonare l’automobile e affidarsi a un altro mezzo, soprattutto quando ci si trova a doversi spostare nell’ambito urbano.

Tra le alternative più efficaci (ed efficienti) ci sono le bici elettriche o e-bike, per dirla con un termine anglofono. Spinte da un sistema di pedalata assistita, spesso pieghevoli così da poterle riporre nel bagagliaio, costituiscono un metodo agile per liberarsi dalla morsa del traffico, raggiungendo qualsiasi punto della città senza doversi preoccupare di parcheggi, ZTL o altre limitazioni. Vediamo quali sono i modelli realizzati direttamente dagli automaker, alcuni dei quali purtroppo non destinati al mercato.

Fiat eBike 500L

Ispirata alla nuova 500L e disegnata da Officine 83 Style in collaborazione con Compagnia Ducale, la due ruote è compatta, pieghevole e versatile. Equipaggiata con ruote in alluminio da 20 pollici, integra una batteria che le consente di percorrere fino a un massimo di 50 Km in modalità di pedalata assistita. Tre le colorazioni disponibili (bianco, rosso e verde) ad un prezzo di circa 1.300 euro.

BMW Cruise e-Bike

70 Km di autonomia, impianto elettrico fornito da Bosch e disponibilità limitata a 1.000 esemplari. L’aspetto richiama alla mente quello di una mountain bike, ma l’anima è da bicicletta per la città.

smart ebike

Il sistema di frenata rigenerativa (del tutto simile a quello delle auto elettriche) consente di prolungare l’autonomia di questo modello, caratterizzato da un design particolare, ma dal peso di certo non trascurabile (oltre 25 Kg).

Audi Bike

Quasi più un ciclomotore che una bicicletta, per via del motore da 2.500 W equipaggiato. Il mezzo progettato dalla casa dei quattro cerchi monta sospensioni da trial sulla ruota anteriore e offre l’interazione con lo smartphone mediante un’app dedicata.

Ford Electric Bike

L’Ovale Blu punta ormai da anni sullo sviluppo di bici elettrica, come dimostrato anche con i prototitpi Ford MoDe:Me e MoDe:Pro presentati negli anni scorsi. Questo modello è invece quello presentato nel 2011, mai arrivato ufficialmente sul mercato, ma che potrebbe costituire la piattaforma base sulla quale realizzarne altri.

Lexus eBike

Non passa di certo inosservata la e-bike di Lexus, con il suo design avveniristico che sposta il motore nella parte anteriore. Cambio a otto velocità e telaio in fibra di carbonio ne completano la dotazione.

Volkvswagen Bik.e

Questo concept staziona nei laboratori di WV ormai da qualche anno. Progettato per rispondere innanzitutto alle esigenze in termini di portabilità, può essere richiuso su se stesso e alloggiato nel bagagliaio come una tradizionale ruota di scorta.

Toyota-Yamaha Pas With

La carrellata si conclude con il modello nato dalla collaborazione tra Toyota e Yamaha, altro progetto per il momento non destinato alla commercializzazione. In questo caso la particolarità è rappresentata dell’evidente trasmissione a cinghia.

23 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento