Presto in consegna ai Comuni italiani da parte del Ministero dell’Ambiente 1.000 bici elettriche a pedalata assistita targate Ducati. L’iniziativa rientra nei termini dell’accordo siglato a fine 2011 tra il dicastero ambientale e l’azienda e prevede la sperimentazione negli enti locali del nuovo modello “e-bike 0″ per contribuire a ridurre l’inquinamento causato dalla mobilità urbana.

Una campagna di promozione della mobilità sostenibile che passerà attraverso la consegna delle biciclette elettriche a pedalata assistita Ducati ai Comuni sopra i 30 mila abitanti che siano stati riconosciuti come capoluogo di aree metropolitane ai sensi dell’art. 22 del D. lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Per i territori comunali che non rientrino in quest’ultima limitazione, ma rispettino quanto precedentemente detto riguardo la popolazione residente, un’ulteriore finestra è aperta nel caso in cui:

Siano individuati dalle Regioni e dalle Province Autonome nelle liste di zona e di agglomerati nelle quali il livello di uno o più inquinanti eccedano il valore limite aumentato del margine di tolleranza, secondo le previsioni dell’art. 8 del D. lgs. 4 agosto 1999, n.351.

Ulteriore restrizione è poi l’aver partecipato precedentemente a progetti di monitoraggio predisposti dallo stesso Ministero dell’Ambiente e da ANCI per “interventi di mobilità sostenibile sul territorio italiano”. A ciascun Comune che ne farà richiesta potranno essere assegnate da un minimo di 10 ad un massimo di 100 bici elettriche, distribuite in lotti da 10. Il progetto verrà cofinanziato, per la parte relativa alla sperimentazione e alla realizzazione dei servizi necessari allo sviluppo della speciale bicicletta a pedalata assistita, dal dicastero per un milione e duecento mila euro.

6 agosto 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Fragir78, mercoledì 8 agosto 2012 alle8:33 ha scritto: rispondi »

Ho una bici a pedalata assistita e a differenza di quella tradizionale,riesco a spingermi anche a lavoro facendo senza sudare fino a 8/10 km Andata e altrettanti al ritorno...

Tycho Re, martedì 7 agosto 2012 alle15:16 ha scritto: rispondi »

Le bici ecologiche esistevano anche prima, basta pedalare... Secondo me si tratta del solito inutile spreco di denaro.  

Marino Cervone d'Urso, lunedì 6 agosto 2012 alle21:51 ha scritto: rispondi »

Sogno di prendere quanto prima una bici elettrica! La realta' forse non si realizza quasi mai, ma i "sogni"  sono reali e vicono nel proprio cuore e nella propria vita! Marino

Marino Cervone d'Urso, lunedì 6 agosto 2012 alle21:49 ha scritto: rispondi »

Una idea meravigliosa a favore del libero e pulito movimento urbano e della propria salute!

Lascia un commento