Bici elettriche: arriva 1865, il velocipede di BASF

Trasformare un mezzo di trasporto del passato in uno sostenibile: è il velocipede elettrico realizzato da Ding3000, studio di design tedesco, e BASF. Il concept 1865, infatti, abbina le caratteristiche estetiche più classiche a un motore da 250 watt e un pacco batteria integrato alla sella: inoltre, i suoi materiali sono fra i più innovativi al mondo.

[Not a valid template]

Realizzato come campagna di marketing per pubblicizzare le materie plastiche avanzate prodotte da BASF, il concept 1865 ha una ruota anteriore da 39 pollici e una posteriore da 24: le proporzioni sono quelle tradizionali e, proprio come i modelli originali, non c’è trasmissione tramite catena. Il suo nome prende il nome dall’anno di fondazione della BASF, che corrisponde anche all’anno d’inserimento dei pedali nei modelli antenati dell’odierna bicicletta.

Per costruire il velocipede 1865 sono stati utilizzati quasi elusivamente materiali plastici, frutto della ricerca della casa madre: il telaio, ad esempio, è in carbonio ultraleggero, particolarmente resistente, mentre il sellino è fatto di schiuma Elastoflex, usata solitamente per l’arredamento. Perfino la struttura delle ruote è in plastica: inoltre un sistema di LED inseriti negli intarsi del veicolo rendono superflua l’illuminazione.

Dopo aver realizzato anche un cortometraggio che ne illustra l’uso, la BASF si è affrettata a chiarire che il modello attualmente prodotto non è destinato alla vendita, ma solo all’esposizione, al fine di pubblicizzare i nuovi materiali: chissà che il successo del 1865 non li convinca a cambiare idea.

12 novembre 2013
Via:
Lascia un commento