Gruppi d’acquisto per incrementare la trasformazione di comuni biciclette in bici elettriche a pedalata assistita. L’iniziativa prende il via in Sicilia, in provincia di Caltanissetta, dove Movimento 5 Stelle e Legambiente lanciano i GAK (Gruppi d’Acquisto per Kit di elettrificazione delle biciclette). L’obiettivo è di rendere più appetibile il ricorso ad una mobilità sostenibile anche nei luoghi in cui l’orografia del territorio rappresenta, per via dell’elevato numero di salite e curve, un disincentivo all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto.

L’iniziativa punta a far ottenere agli iscritti dei prezzi più favorevoli rispetto all’acquisto effettuato dal singolo, così come avviene già per i GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) e i GAF (Gruppi di Acquisto per il Fotovoltaico). Incrementare l’utilizzo di questo kit di trasformazione consentirà non soltanto il risparmio diretto sul prodotto, ma anche la possibilità di utilizzare un mezzo ecologico e in grado di affrontare anche salite impegnative senza troppi sforzi.

Basterà disporre di un motorino elettrico, alimentato a batterie e già premontato sul cerchione, sulla ruota anteriore e appena si comincerà a pedalare se ne avvertirà subito il sostegno. Questo genere di biciclette consente una velocità assistita inferiore ai 25 km/h, il che le rende secondo il Codice della Strada ancora semplici bici e quindi non soggette a casco, patentino, bollo o assicurazione.

Nel bando di gara inviato da Legambiente e Movimento 5 Stelle alle aziende produttrici sono contenuti i requisiti tecnici minimi richiesti e l’invito a formulare un’offerta di vendita che preveda il progressivo calo dei costi con l’aumentare degli iscritti ai GAK, al momento circa cinquanta. L’obiettivo è di ottenere un prezzo che risulti inferiore a 500 euro.

17 luglio 2012
Fonte:
I vostri commenti
Ing. Luigi Fanizzi, martedì 2 ottobre 2012 alle9:32 ha scritto: rispondi »

Ottima idea (ed ottime ricadute economiche ed ambientali)

Lascia un commento