La bici elettrica si acquista da Internet

Anche se non è scoppiata ancora la moda, la bici elettrica promette di diventare presto o tardi la regina della mobilità urbana. Se vi siete stancati di targhe alterne, autobus sovraffollati, imbottigliamenti interminabili dentro la vostra auto e quant’altro ci regalano le nostre trafficatissime città; se siete stufi di bolli e assicurazioni sempre più onerose, ma non vi sentite pronti a passare alla classica bici muscolare – per via del tragitto da fare, delle vostre condizioni fisiche o dell’età -, siete pronti a prendere in considerazione l’ipotesi di acquistare una bici a pedalata assistita.

Come funzioni l’abbiamo detto più volte: parliamo di bici vere e proprie, la cui pedalata però è aiutata elettricamente. In pratica voi pedalate, ma lo sforzo lo fa il motore – decidete voi in che misura -, lasciandovi riposati, e tonificando i muscoli con un leggero esercizio aerobico.

Se siete interessati, ha da poco aperto un nuovissimo sito di rivendita online di tali prodotti. Stiamo parlando di Rocketbiking.com, dove troverete una vasta scelta di modelli, che variano sia per prezzo, sia per caratteristiche. Il comunicato stampa di lancio recita, in questo senso:

Rocketbiking annuncia la nascita del servizio di e-commerce specializzato, interamente dedicato alla mobilità elettrica su due ruote. Di facile navigazione, il sito www.Rocketbiking.com a oggi offre una gamma di oltre 20 modelli di bici elettriche a pedalata assistita (PAS), con linea classica o sportiva, unisex, uomo, mountain-bike, pieghevoli, tutte dal design piacevole.

Ovviamente, viene dedicato un certo spazio al significato ambientale che una diffusione delle bici elettriche comporterebbe. Ma quelli di Rocketbiking insistono anche sul lato economico. Si sa che la bici elettrica permette di spostarsi in città a costi davvero contenuti, quasi imbarazzanti rispetto ad altri mezzi di trasporto individuali:

Grazie alle bici elettriche dal design piacevole ora è possibile percorrere in città 10 km a 25 km orari spendendo solo 0,39 euro, rispettando l’ambiente e senza fatica, contro i 2,5 euro di un motociclo a benzina e 6,6 euro di un’utilitaria a benzina.

Un dato davvero interessante, che si somma ai contributi all’acquisto che molte città italiane stanno elargendo (come Milano o Bologna).

Va detto che oltre a Rocketbiking, in Italia sono presenti altri siti che fanno un servizio simile: Bicicaffé.it, Microbike.it, ecc. Per non parlare di altre aziende italiane che producono le proprie bici (o le importano), rivendendole tramite rivenditori autorizzati, anche se non su Internet: per fare dei nomi, Greenspark (di cui abbiamo pubblicizzato una volta la Genio), Italwin o la stessa Bianchi.

Le bici a pedalata assistita, che qualcuno chiama affettuosamente bipa, sono però un mondo solo apparentemente molto omogeneo. Non tutti i prodotti sono uguali: varia il tipo di assistenza elettrica, la potenza del motore, il tipo di motore, la qualità e il prezzo delle batterie. Se volete farvi una cultura, vi segnaliamo questo ottimo forum. Per il resto, se non avete le idee chiare, suggeriamo di provare prima il prodotto, invece di acquistarlo a scatola chiusa su internet. Se invece sapete cosa volete e sapete come interpretare le specifiche tecniche di ogni prodotto, allora l’ipotesi di un comodo acquisto via Internet – visto anche al difficoltà a trovare rivenditori a terra – può essere una soluzione vantaggiosa.

30 novembre 2011
Lascia un commento