Da Twitter alla carne vegana il passo è breve, almeno per due dei fondatori del noto social network, Evan Williams e Biz Stone. Il loro nuovo investimento, pur non cavalcando pienamente il mondo di Internet, prende proprio spunto da uno degli argomenti più gettonati del Web: la cucina vegan. E porta alla creazione di Beyond Meat, un prodotto al 100% vegetale che ricorda però molto da vicino la carne.

L’intento è quello di proporre un alimento che sia “mostruosamente simile” alla carne, pur non derivando da macellazione o crudeltà sugli animali. Si tratta di un composto che mescola la soia e altri alimenti proteici – come gli estratti di fagioli – per creare un sapiente mix di gusto che pare non farà rimpiangere una saporita fiorentina, adatto a chi si avvicina al mondo vegan per la prima volta senza però voler abbandonare i peccati di gola.

Certo, ci si chiede perché un vegano dovrebbe ricorrere con nostalgia al sapore della carne, considerato i significati simbolici che proprio questa assume per chi ha deciso di dedicarsi a una filosofia alimentare così rigorosa. Ma tant’è: il primo prodotto è già pronto, si tratta di strisce di “pollo” – le virgolette sono d’obbligo – che pare non faranno pensare malinconicamente una dieta onnivora. La similitudine appare davvero sorprendente, così come lo stesso Stone conferma:

«La prima reazione che ho avuto è stata pensare, se qualcuno me l’avesse servita in un ristorante, di essere vittima di un errore. C’è qualcosa nella sensazione in bocca, nella consistenza, che richiama la carne: per un vegano di lungo corso, all’inizio è scioccante.»

I vantaggi sono molteplici: niente colesterolo, nessun grasso saturo e molte proteine utili per il corpo, non derivanti però da prodotti animali. Ma per saggiarne la bontà bisognerà attendere, almeno sullo Stivale, perché Beyond Meat è ora in fase di raccolta fondi e di sottoscrizione di sponsorizzazioni, per poi essere presentata al grande pubblico in tutto il globo. Sarà questa la vera rivoluzione della cucina vegana?

, Beyond Meat

17 giugno 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Virgilio Carrapa, mercoledì 7 maggio 2014 alle15:04 ha scritto: rispondi »

La parola si chiave si chiama consapevolezza.Andiamo allo studio sulla Cina(stady of Cina)di T. Colin Cambpel che ha condotto uno studio per 27 anni su una popolazione di otre 5 milioni di persone.Il quale ha scoperto senza ombra di dubbio che l'alimentazione vegetariana e la migliore e la più salutare in assoluto .Ci stiamo rendendo conto che siamo veramente quello che mangiamo.Le cellule del nostro corpo si rivestono veramente di quello che mangiamo e siamo veramente quello che mangiamo. Il nostro corpo e composto di energia vitale e non gli facciamo certo del bene mangiando dei cadaveri che quell'energia vitale non c'è più essendo stata strappata con violenza creando delle tossine velenose a catena che in una frazione di secondo si espandono in tutta la massa delle cellule ormai cadaveriche.Ma questa e solo una piccola parte.La nostra mente viene violentata da questo non nutrimento che viene portata a un livello di pensiero molto basso ,squilibrato e superficiale.E poi alla fine noi siamo anime incarnate e siamo realmente quello che pensiamo e quello che pensiamo viene coinvolto da quello che mangiamo.Essere vegetariani e solo la base della vita.E sio la base della vita....Uno scienziato dell'alimentazione a detto :se noi cosi detti esseri umani riuscissimo a vedere solo per un istante come si imbevono le nostre cellule dopo che abbiamo mangiato della carne ,allora sono sicuro che quando passeremo da un posto dove viene venduta della carne cambieremo strada. Che dire di mangiarla ,anche l'odore danneggia sia il nostro corpo,sia la nostra mente ,ma anche la nostra anima viene trascinata negli strati più bassi e più perfidi dell'essere.Ecco perché Ippocrate il padre indiscusso della medicina ci dice:fate che il vostro cibo sia la vostra medicine e che la medicina sia il vostro cibo.Poi ci dice che noi siamo quello che mangiamo.Perciò abbiamo un mondo vegetale ricchissimo, pieno di energia vitale,con dei sapori che riempiono l'anima..usiamolo ,abbandonando una volta per tutte la non alimentazione dei cadaveri.Si la non alimentazione.Perché alimentazione vuol dire salute e questo c'è lo potrà dare solo il mondo vegetale che pieno di energia e salute.........

Luana, domenica 13 aprile 2014 alle11:27 ha scritto: rispondi »

Se e ' per quello sono anni che c'e' la carne vegetale!in tante forme!,il problema e' poi distinguerla da quella animale,una mia amica che anche lei non vuole piu' mangiare carne prima mangiava maiale tutti i giorni ,le ho fatto mangiare una cotoletta di soia e mi ha detto:buona! ,ma ho paura sia pollo non e' che dicono che e' di soia per attirare poi e' di pollo?le ho detto la Valsoia non lo farebbe mai!ma la differenza la vedi dal gusto e sapore e odore molto piu' buoni e non puzzano come quelli di carne animale poi si conservano molto molto di piu' e non hanno scarti ne grasso unto disgustoso..e puzzolente ..la carne quando la cucini emana un odore puzzolente di carogna..e te lo lascia addosso..e se la mangi spesso inizi a puzzare di animale putrefatto..e anche l'alito puzza di carogna..

Alessandra, martedì 25 marzo 2014 alle16:49 ha scritto: rispondi »

in italia per ora possiamo ordinare i loro prodotti da veganessentials.com :)

annamaria alonzo, venerdì 21 febbraio 2014 alle17:41 ha scritto: rispondi »

io sono vegetariana da quasi 2 anni e sono felicissima.Mi sento molto meglio, ed è vero tutto quello che scrivono qui. Spero che molte persone si convertiranno alla dieta vegetariana

Virgilio Carrapa, sabato 1 febbraio 2014 alle16:39 ha scritto: rispondi »

I cinque sensi,(1)come può il senso del gusto apprezzare un sapore cadaverico di un animale ucciso con tanta barbarie.(2")Come ha potuto l'olfatto accostarsi a quell'odore immondo e puzzolente ,del sangue marcio di cadaveri e sangue.(3)Come ha potuto il senso dell'udito non ascoltare le urla di dolore degli animali squartati con tanta crudeltà.(4)Come ha potuto la vista rimanere intatta a tanto orrore e dolore.(5)Come a potuto il tatto toccare la carne degli animali innocenti dopo avergli tolto la vita.Come possono queste persone sentirsi a posto con la coscienza?Come possono guardarsi nello specchio e non inorridire di se stessi?

Lascia un commento