Il consumo regolare di bevande zuccherate può favorire l’insorgenza del diabete di tipo 2, indipendentemente da un eventuale stato di obesità. A dimostrarlo è una ricerca pubblicata sulla rivista BMJ.

Diabete di tipo 2 e obesità sono associati da moltissime ricerche a un consumo elevato di zuccheri. I ricercatori della Cambridge University hanno indagato il legame fra i tre fattori, dimostrano una correlazione fra zuccheri e diabete di tipo 2, senza che necessariamente insorga uno stato di obesità.

In passato le bevande dolci e i suchi di frutta sono stati considerati una sana fonte di energia alternativa allo zucchero raffinato. Sono molti attualmente gli studi che smentiscono questa teoria, individuando in questo tipo di bibite un prodotto dannoso tanto quanto lo zucchero.

Quello che non era ancora chiaro alla comunità scientifica era l’eventuale legame diretto fra consumo eccessivo di bevande dolci e il diabete di tipo 2, senza necessariamente considerare un eventuale stato di obesità.

Per confermare o smentire il legame fra bevande zuccherate e diabete di tipo 2, i ricercatori della Cambridge University hanno analizzato i risultati di 17 studi osservazionali, nessuno dei quali commissionato da aziende del settore alimentare.

Secondo i dati il consumo abituale di bevande zuccherate è stato associato positivamente con l’incidenza del diabete di tipo 2, indipendentemente dallo stato di obesità. Meno evidente invece l’associazione fra diabete di tipo 2 e succhi di frutta.

Tuttavia, i ricercatori hanno sottolineato di aver avuto poco materiale per affermare che i succhi di frutta possano essere alternative sane e prive di controindicazioni.

Dal momento che gli studi analizzati erano di tipo osservazione, nessuna conclusione definitiva può essere tratta circa il legame di causa ed effetto. Tuttavia, supponendo che un nesso causale esista, si stima che le patologie di nuova insorgenza di due milioni di pazienti negli Stati Uniti e 80 mila nel Regno Unito potrebbero essere legate al consumo di bevande zuccherate. I ricercatori di Cambridge hanno spiegato:

Anche se saranno necessari ulteriori studi sui legami di causa ed effetto, questa ricerca indica quanto siano sostanziali i potenziali benefici che derivano da una riduzione del consumo di bevande zuccherate e del consumo di zucchero in generale.

23 luglio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento