Bevande alla soia o alle mandorle: i possibili rischi per la salute

Le bevande vegetali associate al latte potrebbero mettere a rischio la nostra salute. Lo sostiene uno studio dell’Università di Surrey, che mette in evidenza l’aumento sempre più consistente del consumo di bevande alternative al latte vaccino, come quelle a base di soia o mandorle. Secondo gli studiosi questi prodotti non contengono iodio a sufficienza, un minerale fondamentale per il nostro organismo.

=> Scopri proprietà e benefici del latte di anacardi

Il latte vaccino rappresenta la fonte di principale di iodio nella nostra dieta, perché fornisce il 40% della media giornaliera del minerale. Per questo gli scienziati avvertono che trovare un’alternativa vegetale potrebbe avere delle ripercussioni sulla salute. Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno esaminato 47 alternative al latte vaccino, tra cui mandorle, cocco, avena, soia, riso e nocciole.

È stato osservato che i prodotti in media contenevano il 2% dello iodio presente nel latte vaccino. Lo iodio è importante per la produzione di ormoni tiroidei, che favoriscono la salute delle cellule del nostro organismo. In particolare è fondamentale per lo sviluppo del cervello dei bambini, anche prima della nascita.

=> Leggi proprietà e controindicazioni del latte di cocco

Secondo l’esperta di medicina nutrizionale Margaret Rayman sono tante le persone che non conoscono l’importanza di questo minerale ed è fondamentale che le persone che consumano bevande alternative al latte siano a conoscenza del fatto che non riusciranno ad avere un valido sostituito per quanto riguarda l’assunzione di iodio.

La dottoressa Sarah Bath ha spiegato che questo minerale è particolarmente importante per le donne in gravidanza e che i consumatori dovrebbero assicurarsi di ottenere una buona quantità di iodio da altre fonti dietetiche.

27 settembre 2017
Lascia un commento