Bergamotto: come si mangia

Il bergamotto è un agrume molto amaro: si caratterizza, oltre che per il gusto, anche per la forma tondeggiate e leggermente allungata, nella parte superiore attaccata al picciolo. La buccia, gialla, o verde è invece più o meno irregolare e spessa.

È il frutto dell Citrus bergamia, una pianta del genere Citrus, originaria delle aree a clima tropicale del Sud-est asiatico. Oggi la pianta è coltivata soprattutto a scopo commerciale in Calabria: ben l’80% della produzione mondiale di questo agrume avviene in questa regione italiana. Il restante 20% viene prodotto nel sud della Francia e in Costa d’Avorio. In Turchia, il bergamotto viene coltivato per la produzione locale di una marmellata tradizionale. Come gli altri agrumi, la pianta dà frutti maturi pronti per la raccolta da ottobre fino a tutto marzo.

Il bergamotto è il frutto da cui si estrae l’olio essenziale, da molto tempo impiegato per aromatizzare il tè. Lo stesso olio, per il suo intenso profumo, è da tempo scelto in profumeria e nell’industria cosmetica in generale nella produzione di profumi, creme, bagnoschiuma e doccia schiuma. Di recente il suo uso si è diffuso in aromaterapia, per le sue proprietà tonificanti ed energizzanti.

a href=”http://www.greenstyle.it/bergamotto-le-proprieta-curative-89803.html” title=”Bergamotto: le proprietà curative” target=”_blank”>=> Scopri le proprietà curative del bergamotto


A differenza degli altri agrumi, il bergamotto vien di rado consumato come frutto fresco: è molto amaro e non incontra il favore del palato. Oltre all’impiego per l’estrazione dell’olio essenziale, i frutti del bergamotto, possono essere impiegati per:

  • la preparazione del succo fresco, dissetante e buona fonte di sali minerali e vitamina C;
  • la sua scorza, grattugiata o tagliata a fettine sottili, è adatta alla preparazione di infusi e canditi, oltre che per insaporire insalate e dolci di pasta frolla, pandispagna o al cucchiaio.

Vediamo due idee per utilizzare i frutti freschi del bergamotto.

Il liquore al bergamotto

Liqueur

Ingredienti:

  • 5 frutti di bergamotto freschi, di coltivazione biologica, con la scorza edibile;
  • 500 ml di alcol puro a 95°;
  • 600 g di zucchero;
  • 750 ml di acqua fresca.

Lavate i frutti del bergamotto sotto acqua corrente fresca e pulite attentamente la buccia. Asciugate i frutti esternamente e, con l’aiuto di un coltello affilato o di un pelapatate, ricavate solo la scorza giallo-verde, facendo attenzione a non prendere la parte bianca, che darebbe al liquore un gusto troppo amaro. Versate l’alcol in un vaso di vetro e unitevi le scorze del bergamotto, chiudete e riponete il vaso per 30 giorni in un luogo fresco e al buio.

=> Scopri le ricette per i liquori dolci


Trascorso questo periodo di riposo, preparate lo sciroppo di acqua e zucchero: versate in un tegame l’acqua zuccherata e portate a ebollizione, mescolando fino a ottenere una soluzione limpida. Fate raffreddare e versate lo sciroppo nel contenitore con le scorze di bergamotto. Mescolate adeguatamente, quindi fate riposare per altri 40 giorni al buio e lontano da fonti di calore. Passato questo tempo, riprendete il vaso con il liquore, mescolate, quindi filtrate con un colino per eliminare le bucce. Raccogliete il liquore in una bottiglia. Conservate il liquore al bergamotto in frigorifero oppure in freezer.

Semifreddo con olio essenzaile di bergamotto

Tee

Ingredienti:

  • 2 albumi;
  • 500 ml di panna fresca da montare;
  • 40 g di zucchero;
  • un cucchiaino di olio essenziale di bergamotto;
  • 50 g scorzette di bergamotto candite;
  • 50 g di cioccolato extra fondente sminuzzato.

Montate a neve ferma gli albumi, quindi unitevi 20 g di zucchero. Montate la panna fresca con i restanti 20 g di zucchero quindi unitevi gli albumi.
Unite ai due composti l’olio essenziale di bergamotto, le scorzette candite e il cioccolato sminuzzato. Trasferite in uno stampo foderato con pellicola trasparente, oppure in uno stampo di silicone, e lasciate riposare in freezer per almeno sei ore. Estraete dal freezer al momento di servire: sformate il semifreddo su un piatto da portata e decorate a piacere con cioccolato sminuzzato.

14 febbraio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento