Bere cioccolata aiuta a prevenire l’Alzheimer. La scoperta arriva dall’Università di Harvard a Boston, negli USA, dove il Dr. Farzaneh Sorond ha portato avanti uno studio sugli effetti che il cacao avrebbe sui pensionati nella lotta a questa malattia neurodegenerativa. I risultati sono stati pubblicati in questi giorni su Neurology, la rivista divulgativa dell’American Academy of Neurology.

Consumare della cioccolata calda al giorno produrrebbe effetti significativi sulla risposta cognitiva dei soggetti analizzati, circa 60 persone di età media pari a 73 anni. Un vantaggio che sarebbe duplice, interessando sia le capacità dimostrate attraverso test scritti o pratici che il flusso sanguigno al cervello. Come spiega il Dr. Sorond:

Stiamo imparando di più circa il flusso sanguigno nel cervello e i suoi effetti sui processi cognitivi. Come ad esempio il fatto che differenti aree del cervello necessitano di maggiore energia per completare i loro processi, le stesse parti necessitano di un maggiore flusso sanguigno.

Nello specifico ai soggetti sono state somministate due tazze di cioccolata calda al giorno per un mese, senza che ad essi venisse fornito alcun altro tipo di cioccolata (tavolette, cioccolatini ecc.). Quanto affermato sopra dal Dr. Sorond si lega in maniera diretta a quanto da lui specificato in seguito:

Questo tipo di relazione chiamata accoppiamento neurovascolare potrebbe giocare un ruolo importante in disturbi come l’Alzheimer.

L’aiuto ha riguardato in maniera esclusiva i soggetti con deficit di flusso sanguigno, rivitalizzato dell’8,3% durante lo studio, che hanno migliorato il tempo medio di risposta ai test passando da 167 secondi a 116. Nessun cambiamento invece nei soggetti che mostravano un irroramento cerebrale già sufficiente.

Dati che al momento non esauriscono il campo di ricerca, ma al contrario stimolano l’avvio di nuovi studi. Secondo quanto affermato dal Dr. Paul Rosenberg, Johns Hopkins School of Medicine di Baltimora:

Ulteriori studi sono necessari per provare il collegamento tra cacao, problemi di flusso sanguigno e declino cognitivo. È tuttavia un importante primo passo per guidare i futuri studi.

8 agosto 2013
Fonte:
I vostri commenti
Lucia, venerdì 9 agosto 2013 alle11:05 ha scritto: rispondi »

Sono perplessa. Fa ingrassare. Quasi sempre contiene zucchero bianco. Secondo me fa bene solo all'umore.

Lascia un commento