Bere caffè aiuta a prevenire il tumore al fegato. Una tazza al giorno rappresenterebbe, secondo quanto affermato dai ricercatori della University of Southern California, un rimedio naturale per ridurre il rischio di epatocarcinoma.

I risultati dello studio sugli effetti del caffè in relazione allo sviluppo di epatocarcinoma sono stati presentati durante il meeting annuale dell’American Association for Cancer Research dalla Dr.ssa V. Wendy Setiawan, Ph.D. presso il Dipartimento di Medicina Preventiva della University of Southern California.

Durante lo studio sono stati coinvolti circa 180.000 adulti di varie etnie, analizzandone il consumo giornaliero di caffè e le altre abitudini quotidiane in un periodo di 18 anni.

Secondo i risultati della ricerca coloro che assumevano fino a tre tazze di caffè al giorno hanno ridotto il rischio di epatocarcinoma del 29% rispetto a chi non ne consumava o ne beveva soltanto in maniera sporadica. Percentuale che saliva al 42% quando le tazze giornaliere superavano le quattro. Secondo quanto ha affermato la Dr.ssa Setiawan:

Adesso possiamo aggiungere l’epatocarcinoma alla lista di quei disturbi, come il Parkinson, il diabete di tipo 2 e l’ictus, che possono essere prevenuti grazie all’assunzione di caffè. Un consumo giornaliero di questa bevanda dovrebbe essere incoraggiato nei soggetti ad alto rischio di epatocarcinoma.

11 aprile 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
CBS
I vostri commenti
pina, martedì 15 aprile 2014 alle10:49 ha scritto: rispondi »

Ok, sono d'accordo con voi, ridurrà il tumore al fegato ma come tutti i farmaci, anche se farmaco non è, anche il caffè causerà altro, avendo anche lui effetti collaterali. Ad esempio io, da quando ho smesso di bere il caffè mi è sparito il mal di testa di cui soffrivo da molti anni... Chi vuole bere il caffè lo faccia senza tener conto di questi studi e senza esagerare. Il troppo fa sempre male!

angelo, domenica 13 aprile 2014 alle16:16 ha scritto: rispondi »

Io ne prendo otto al dì A lungo termine può causare malori?

Angelo, sabato 12 aprile 2014 alle10:18 ha scritto: rispondi »

...e le coliti spastiche ?!

Lascia un commento