Bere caffè in gravidanza può aumentare rischio di obesità infantile

Le donne che durante la gravidanza bevono troppo tè o caffè aumentano il rischio di avere figli sovrappeso. A sostenerlo i ricercatori svedesi della Göteborgs Universitet, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista BMJ Open. Secondo gli esperti un ruolo chiave lo giocherebbe la caffeina, i cui livelli di assunzione quotidiana influenzerebbero il futuro dei nascituri.

Secondo i ricercatori dell’Università di Göteborg le donne in gravidanza non dovrebbero superare, a meno di rischiare di incorrere negli effetti negativi sopra citati, le tre tazze di tè o le due tazze di caffè al giorno. Tali dosi equivarrebbero a circa 200 mg di caffeina, livello che dovrebbe essere monitorato anche in relazione ad altri possibili cibi o bevande contenenti la sostanza.

=> Scopri perché un allenamento regolare aumenta le probabilità di gravidanza

La preoccupazione da parte degli esperti deriva da alcuni precedenti studi, secondo i quali una forte esposizione del feto alla caffeina durante la gravidanza inibirebbe alcuni geni responsabili del controllo del peso corporeo. Come ha sottolineato Verena Sengpiel, prof.ssa associata dell’ateneo svedese e autrice dello studio:

Anche se ulteriori studi sono necessari prima di poter affermare cosa davvero significano i risultati da noi ottenuti, la caffeina è una sostanza che è possibile scegliere di ridurre o eliminare completamente durante la gravidanza.

=> Leggi di più su cause e rimedi per l’incontinenza urinaria in gravidanza

La ricerca svedese è stata condotta analizzando 50.943 donne in gravidanza inserite nel Norwegian Mother and Child Cohort Study. Il livello di caffeina assunta dalle gestanti è stato misurato a metà della gestazione, calcolato in base al consumo di caffè, , cioccolato, bibite gassate ed energy drink, mentre il peso dei bambini è stato registrato 11 volte (dall’età di sei mesi a quella di 8 anni).

15 maggio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento