Bere caffè come aiuto naturale per la prevenzione dell’obesità. Secondo uno studio pubblicato dai ricercatori della University of Georgia la popolare bevanda avrebbe un effetto positivo nel limitare l’accumulo di peso, riducendo l’insulino resistenza e il grasso nel fegato.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori sui topi, per la durata di 15 settimane. Durante la ricerca ai roditori è stata iniettata, due volte a settimana, una soluzione di acido colorgenico (CGA), un composto chimico presente nel caffè. Secondo quanto ha riferito l’autore principale dello studio, il Dr. Yongjie Ma del College of Pharmacy:

Precedenti studi hanno mostrato che il consumo di caffè può ridurre il rischio di disturbi come il diabete di tipo 2 e alcune patologie cardiovascolari.

Il nostro studio espande questo panorama di ricerca guardando ai benefici associati con questo specifico composto, che si trova in grande abbondanza nel caffè, ma anche in altra frutta e verdura come mele, pere, pomodori e mirtilli.

Il CGA da solo non dovrebbe tuttavia essere rappresentato come una cura, sostengono gli stessi ricercatori, che sottolineano come una dieta equilibrata e uno stile di vita sano restino alla base di una corretta attività di prevenzione dell’obesità.

Conclusioni frutto anche del fatto che le quantità somministrate ai roditori sarebbero maggiori di quelle a cui sarebbe esposto un uomo attraverso un consumo medio di caffè o una dieta ricca di frutta e verdura. Come ha concluso il Dr. Ma lo studio non sta a indicare che deve essere incrementato senza criterio il consumo giornaliero:

Non stiamo suggerendo che le persone debbano bere grandi quantità di caffè per proteggersi da uno stile di vita poco salutare.

Pensiamo però che l’impiego di CGA potrebbe servire a creare un efficace strumento terapeutico che aiuti coloro che sono a rischio riguardo patologie collegate all’obesità nel momento in cui decidano di cambiare verso uno stile di vita sano.

17 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento