Bere troppo alcol rende le cellule più vecchie. Una ricerca condivisa alla riunione scientifica annuale della Società di Ricerca sull’Alcolismo di Denver ha mostrato che le persone che bevono molto sono più a rischio di incorrere in malattie cardiovascolari, diabete e tumori. In particolare si è visto che l’alcol influisce sulla lunghezza dei telomeri, piccole porzioni di DNA che si trovano alla fine dei cromosomi.

=> Leggi i rischi tumorali legati al consumo di alcol

I telomeri sono i marcatori dell’invecchiamento e della salute generale. Ogni volta che una cellula si replica viene perso un piccolo pezzo di telomero. Quindi queste piccole parti di DNA si accorciano con l’età. Ma alcuni gruppi di telomeri possono diventare più corti per motivi differenti dall’invecchiamento.

Narushisa Yamaky, membro della Clinica di Medicina Universitaria di Kobe, ha spiegato che lo studio dimostra una correlazione tra una lunghezza ridotta dei telomeri e il consumo di alcol.

=> Scopri come smettere di bere alcol influisce sul corpo

Gli autori dello studio hanno reclutato 255 partecipanti tra i 41 e gli 85 anni e hanno raccolto numerose informazioni. Alcune persone avevano l’abitudine di bere alcol, altre non ne consumavano. Analizzando i dati e dei campioni di DNA i ricercatori sono giunti alle conclusioni.

Sono state trovate anche delle associazioni tra l’accorciamento dei telomeri e la carenza di tiamina, la vitamina B1. Questa vitamina è implicata principalmente nel processo di respirazione cellulare. Una quantità ridotta di tiamina può causare danni ai neuroni.

Anche se è poco chiaro come agisca nel causare alterazioni neurali, è evidente che lo stress ossidativo determinato dall’alcol possa provocare l’accorciamento dei telomeri e quindi possa causare anche la morte dei neuroni.

27 giugno 2017
Lascia un commento